occhio 3d

Un paziente dell’ospedale britannico Moorfields Eye Hospital di Londra è diventato il primo paziente al mondo a essere dotato di un occhio stampato in 3D

Steve Verze, che ha 47 anni ed è un ingegnere di Hackney, nella zona est di Londra, è stato sottoposto all’impianto dell’occhio sinistro proprio pochi giorni fa ed è la prima persona al mondo ad utilizzare una protesi oculare totalmente digitale e stampata in 3D in base alle specificità del cavo oculare del paziente stesso.

I punti di forza della stampa in 3D è che l’occhio risulta essere molto più realistico di altre alternative ed è progettato per avere “una definizione più chiara e una profondità reale per la pupilla”, mentre altri tipi di protesi oculari sono costituiti da un’iride dipinta a mano su un disco che viene poi incorporato nell’orbita dell’occhio e il loro design impedisce alla luce di passare nella “piena profondità” dell’occhio, rendendoli così meno realistici alla vista dall’esterno

Inoltre gli altri tipi di protesi oculari risultano più invasivi quando si trovano all’interno del bulbo oculare, rispetto a quelle stampate in 3D poiché l’adattamento delle protesi tradizionali richiede che venga fatto uno stampo dell’orbita oculare direttamente sulle ossa del paziente, mentre nello sviluppo dell’occhio protesico 3D l’orbita viene scansionata digitalmente per creare un’immagine dettagliata, e può essere scansionato anche l’occhio funzionale per garantire che entrambi gli occhi abbiano lo stesso aspetto.


La procedura di stampa in 3D garantisce anche di dimezzare i tempi d’attesa, essendo al procedura molto più rapida rispetto a quelle utilizzate fino a questo momento, Il Moorfields Eye Hospital ha spiegato che la stampa 3D ha il potenziale per “dimezzare” il tempo necessario per sviluppare una protesi oculare, da sei settimane a circa 14 giorni.

in questo caso, i bulbi oculare del paziente sono stati scansionati in modo totalmente non invasivo e poi l’immagine 3D è stata inviata in Germania per essere stampata prima di essere rispedita nel Regno Unito, dove è stata rifinita e lucidata da un ocularista del Moorfields Eye Hospital.

Steve Verze ha spiegato: “Ho bisogno di una protesi da quando avevo 20 anni, e mi sono sempre sentito a disagio. Quando esco di casa, spesso mi guardo una seconda volta allo specchio e non mi è mai piaciuto quello che vedo. Questo nuovo occhio sembra fantastico e, essendo basato sulla tecnologia di stampa digitale 3D, sarà solo migliore e meglio”

Il professor Mandeep Sagoo, responsabile clinico del progetto presso il Moorfields Eye Hospital e professore di oftalmologia e oncologia oculare presso l’University College di Londra, ha dichiarato di essere “entusiasta” per il potenziale del nuovo metodo di sviluppo e che presto inizierà una sperimentazione clinica che coinvolgerà più pazienti.

occhio 3d
Steve Verze con la prima protesi occhio stampata in 3D

Fonti ed Immagini : moorfields.nhs.uk

ti è piaciuta questa bella notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Belle Notizie come : Polmone ricostruito in 3d e tumore rimosso da robot, incredibile intervento a Torino

STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − 10 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.