parco giochi nonni

In provincia di Cosenza, a Rende, è nato il parco giochi per i nonni, favorisce integrazione e benessere e combatte la solitudine

Vi avevo già parlato lo scorso anno del primo parco per i nonni, aperto in Europa, precisamente in Spagna, ora finalmente un simile progetto è stato inaugurato anche in Italia, in provincia di Cosenza, dove al classico parco giochi per bambini, sono state associate ed inserite attrezzature sportive per promuovere principalmente negli anziani e in chiunque altro cittadino ovviamente, degli stili di vita attivi e salutari

Il parco è stato inaugurato da poche settimane a Rende, proprio con in nome di “Parco dei Nonni” gli anziani possono andare al parco e avere un punto di ritrovo in cui tenere allenato il corpo ma anche la mente con diversi tipi di stimoli, magari insieme ai propri nipoti oppure da soli facendo conoscenza con altri anziani e combattendo la solitudine che è sempre più presente quando si invecchia e che tende spesso ad lasciare le persone anziane isolate e a farle sentire sole,

il parco dei nonni si trova all’interno del più grande del parco Robinson ed è pensato come uno spazio di ritrovo in ogni parco pubblico, appositamente destinato agli over, ha il beneficio di combattere l’isolamento e di permettere agli anziani di ricrearsi una rete sociale anche solo attraverso delle chiacchierate o la condivisione della giornata mentre si fa qualche esercizio insieme,

un'immagine del parco giochi dei nonni

sono presenti strumenti di ginnastica “dolci” sia per l’esercizio fisico che per quello cognitivo, pensati per una condivisione e il gioco condiviso tra generazioni adatti a tutte le fasce di età, che nonni e nipoti potranno fare insieme, accessibili a tutti, anche ai bambini con disabilità. Tra le attrezzature inserite nel parco ci sono le panchine che permettono di fare cyclette e totem per allenare le abilità cognitive

lo scopo è rimanere il più possibile attivi e propositivi, non sedendosi su una panchina mentre i bambini giocano, ma prendere loro stessi parte alle attività ricreative, e dei benefici che se ne possono trarre.

il parco nasce dalla collaborazione tra il comune di Rende e l’associazione La terra di Pietro che ha realizzato il parco, una proposta nata durante il lock down che è velocemente diventata realtà, mostrando un bell’ esempio di democrazia e partecipazione politica che parte dei cittadini e che ha portato a dare vita ad un luogo di inclusione e scambio generazionale

Marcello Manna, il sindaco del Comune di Rende ha così commentato:

“Sarà il parco di tutte e di tutti, sarà un luogo dove crescere insieme e confrontarsi. Grazie alla Terra di Piero e a chi ha contribuito a realizzare in così poco tempo questo progetto. Quando le istituzioni dialogano con la parte sana della società civile si possono superare barriere e costruire un mondo più solidale ed equo”

Il primo tassello del parco inclusivo più grande d’Europa è stato posto: sarà inaugurato domani pomeriggio il…

Pubblicato da Comune di Rende su Martedì 6 luglio 2021

Fonti ed immagini: ComuneRende

ti è piaciuta questa bella notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come : Una gattina per i nonni, così la casa di riposo ha adottato Dolly

oppure: C’è posta per loro: residenza per anziani “sommersa” di cartoline e messaggi d’affetto

, ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 + 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.