bottiglie carta

Una startup indiana produce bottiglie di carta che sostituiscono quelle di plastica PET per diminuire l’inquinamento

“Ci è stato spesso chiesto: se si possono utilizzare le bottiglie di plastica, allora cos’altro si può utilizzare che sia leggero comodo, economico?
La nostra soluzione: Bottiglie di carta!”

Questo è il messaggio che si legge sul sito della startup “Kagzi”, nata nel 2016, come costola della azienda indiana di soluzioni di imballaggio e che ad oggi sta producendo una bottiglia di carta, 100% compostabile, eco-frendly e sostenibile pensata per sostituire le bottiglie in plastica monouso di acqua o bibite,

una risposta concreta rispetto al grandissimo inquinamento prodotto dalla plastica monouso, che negli ultimi decenni sta creando uno dei più drammatici problemi che affliggono il nostro pianeta, l’inquinamento di ogni ambiente e soprattutto di fiumi, laghi, mari, con miliardi di tonnellate di rifiuti,

questa catastrofe porta alla moria di fauna marittima e non e al rilascio di nano-plastiche nei corsi d’acqua andando a creare un ambiente sempre più inquinato e privo di vita, ricordiamo che ogni giorno vengono prodotte più di 220 milioni di bottiglie di plastica, di cui solo una piccola parte viene riciclata, e che ogni bottiglia di plastica ci mette 800 anni per decomporsi, il costante e massivo utilizzo di plastica monouso in ogni parte del mondo non fa altro che soffocare sempre di più il nostro pianeta che è già altamente inquinato ed in crisi,

per questo, visto che il mercato non aveva ancora alternative eco-compatibili , questa startup indiana ha pensato ad una risposta per chi pensa che non sia possibile trovare un materiale alternativo altrettanto conveniente come il PET, e ha creato una soluzione di imballaggio alternativa per le aziende che vogliono utilizzare modi ecologici per confezionare i propri prodotti.

così hanno prodotto la “Kagzi Bottle” una bottiglia di carta realizzata con polpa di carta da macero che è compostabile al 100%. Oltre che ad essere utilizzate per le bevande, questo tipo di bottiglie possono anche essere utilizzate per confezionare articoli liquidi per la pulizia come sapone liquido, shampoo, lozioni, ecc.

poichè grazie ad anni di ricerche della fondatrice della società Samiksha Ganeriwal, appassionata dell’ambiente e di soluzioni alternative e del team di ricerca e sviluppo della startup, sono riusciti con una sofisticata tecnologia a creare bottiglie di carta di alta qualità, impermeabili e resistenti

Lo scopo della Kagzi è aiutare, supportare progettare e creare un soluzioni che possano migliorare il pianeta rendendolo più pulito e salubre per la future generazioni che lo avranno in eredità anche apportando un cambiamento ambientale, come conseguenza di un approccio sempre più ecologico verso il confezionamento di qualsiasi prodotto.

il processo di creazione di queste bottiglie parte dalla carta riciclata, che viene sminuzzata e con l’utilizzo di vari ingredienti trasformata in polpa di carta. La polpa viene modellata in due metà, che vengono poi rivestite con una soluzione impermeabilizzante e incollate tra loro mediante pressa a caldo per creare la bottiglia. Creano così bottiglie compostabili al 100%, sostenibili e durature.

nella spiegazione della bottiglia si leggo le seguenti caratteristiche peculiari:

  1. Sigillo di carta: un sigillo di carta per tenere il sughero. Ciò impedisce la fuoriuscita e garantisce la sicurezza del prodotto dalla contaminazione.
  2. Sigillo di sughero: per renderlo ecologico al 100%, un tappo di legno è appositamente progettato per tappare la bottiglia. Questo è affusolato e garantisce poca fuoriuscita. Inoltre, è praticamente impermeabile ai liquidi ed è essenzialmente antiscivolo, il che garantisce che la bottiglia rimanga perfettamente sigillata.
  3. Utilizzando una soluzione impermeabilizzante proprietaria, rivestiamo gli strati interni per creare una barriera che consenta la trasmissione dell’ossigeno. Questo strato è compostabile al 100% e si disintegrerà nel terreno in pochi mesi.
  4. Collo: per mantenere la forma della bottiglia, il collo svolge un ruolo molto importante. La sua forma robusta costituisce la base dell’intera bottiglia. Anche l’incollaggio di 2 lati è fondamentale al collo.
  5. La pasta di carta da macero crea lo strato esterno della bottiglia. Lo spessore è giusto per rendere la bottiglia robusta ma non troppo ingombrante. Le fibre della carta da macero gli permettono di durare a lungo. La shelf-life della nostra bottiglia è quindi di 6 mesi.

Una bellissima idea che speriamo che si diffonda e che possa realmente dare un aiuto in più alla diminuzione dell’inquinamento da plastica!

Ti è piaciuta questa bella notizia sulle bottiglie di carta? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre buone notizie come : In 15mila a caccia di rifiuti inquinanti in provincia di Cuneo, raccolte 30 tonnellate

oppure: Start up sudafricana combatte povertà e inquinamento, scambiando i rifiuti con alimenti

fonti ed immagini: kagzibottles.com

, ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − otto =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.