Stop alla mattanza dei pulcini maschi, svolta storica in Francia e Germania per un allevamento sempre più etico

Ogni anno in tutto il mondo vengono sterminati miliardi di pulcini maschi, che vengono fatti nascere e poi purtroppo uccisi per tenere solo le galline, 50 milioni sono i pulcini maschi uccisi ogni anno in Francia, 40 milioni quelli a cui spetta la stessa sorte in Italia, e via di questi numeri in ogni paese,

i pulcini maschi vengono fatti nascere e poi uccisi barbaramente tramite schiacciamento o tramite l’utilizzo di gas, una pratica utilizzata negli allevamenti di galline da uova, denunciata come barbara da moltissime associazioni animaliste, persone amanti degli animali e gruppi che ne tutelano il benessere,

la richiesta di sospendere questo tipo di pratica è sempre più insistente, soprattutto perché c’è la possibilità di evitare questa mattanza, adottando l’utilizzo di macchinari che permettono di selezionare il sesso dei pulcini, quando ancora in guscio e non ancora nati, evitando così una morte crudele e le sofferenze di milioni di animali innocenti,

così da pochi giorni la Francia ha ufficialmente deciso di vietare dal 2022 l’uccisione di pulcini maschi mediante schiacciamento o gassatura, è il secondo paese al mondo, dopo la Germania ha porre fine a questa pratica e i due paesi spingeranno per l’adozione di una misura simile anche a livello europeo,

Il ministro dell’agricoltura francese, Julien Denormandi ha spiegato:

“Ogni anno, 50 milioni di pulcini maschi vengono abbattuti in questo modo, vengono mantenute in vita solo le femmine, future galline ovaiole. La Francia è il primo paese al mondo, insieme alla Germania, a porre fine allo schiacciamento e alla gassazione dei pulcini maschi, si tratta di un importante passo avanti verso una maggior tutela degli animali, atteso da tempo e che stiamo ora concretamente implementando”

Dal 2022, gli allevatori in Francia dovranno dotarsi di macchine per rilevare il sesso dei pulcini prima che si schiudano.

“Il passaggio a questo tipo di macchinari è a buon punto e, visti gli ordini già effettuati, le macchine saranno installate per i due terzi della produzione in Francia entro la fine del primo trimestre del 2022, La misura dovrebbe comportare un costo aggiuntivo di 1 centesimo di euro per scatola da sei uova.”, ha spiegato il ministro.

Per aiutare gli allevatori ad acquistare l’attrezzatura, la Francia concederà sussidi per un totale di 10 milioni di euro. In aggiunta al divieto di mattanza di pulcini maschi, la Francia ha vietato anche la pratica di castrazione dei suinetti vivi sempre dall’inizio del 2022,

Non possiamo che augurarci che questi prima passi “storici” di Francia e Germania verso allevamenti più rispettosi della vita e della sofferenza degli animali, e il loro supporto per l’adozione di questa pratica anche a livello europeo, possa portare sempre più paesi, Italia compresa, a mettere in atto politiche di sempre maggior tutela degli animali da allevamento.

ti è piaciuta questa bella notizia sullo stop della Francia all’uccisione dei pulcini maschi? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come: C’è l’accordo per la Legge sul clima. In Europa il 55% di emissioni in meno entro il 2030

Fonti ed Immagini: reuters

, ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.