roma biblioteche aperto

Roma, leggere studiare e lavorare all’aperto, con le sale studio in giardini, parchi e cortili delle biblioteche.

Studiare per la sessione di esami di Settembre, lavorare con il computer o leggere un libro all’aperto tra gli alberi e la natura, sicuramente è più invitante che stare seduti all’interno a guardare il bel tempo fuori dalla finestra.

ed sono proprio il bel tempo dell’estate romana e il tentativo di stare il sicurezza per il Covid che hanno dato il là a questa bella iniziativa che ha trasformato i giardini e i parchi intorno alle biblioteche in sale lettura e aule studio, l’iniziativa è partita con la stagione estiva, e continuerà per tutto Settembre e poi fino a quando il tempo lo permetterà,

le biblioteche comunali romane, alcune della quali situate in bellissime ville storiche, casali, chioshi e parchi della capitale, si sono fornite di tavoli studio, sedie e ombrelloni, per permettere a chiunque ne abbiamo voglia di poter godere degli spazi aperti esterni, solitamente non adibiti a sale studio.

mentre sempre per il programma di eventi dell’Estate romana, per la sera sono previsti numerosi eventi proprio in queste “sale studio all’aperto” che si trasformano con un evento e con l’altro, in teatri, palchi, circoli di lettura, con presentazioni di libri, laboratori ed eventi di vario tipo.

Spiega Mariarosaria Senofonte, direttrice del sistema biblioteche del comune di Roma: “per rendere le biblioteche ancora più accoglienti e godibili, abbiamo allestito tutte le biblioteche che hanno giardini e parchi con sale studio all’aperto, in tempi di Covid è venuto spontaneo voler valorizzare spazi già goduti, ma non sfruttati a pieno come i parchi”

i riscontri sono davvero positivi, alle persone piace stare all’aperto e lo preferiscono a stare all’interno, si godono ancora le belle giornate di fine estate e alberi e prati ancora verdi, sembra quasi che così, studiare e lavorare sia addirittura più rilassante commenta qualcuno.

Le biblioteche che hanno adibito gli spazi esterni in sale studio all’aperto sono : Aldo Fabrizi, Arcipelago, Casa del Parco, Casa delle Letterature, Collina della Pace, Colli Portuensi, Cornelia, Flaminia, Giovenale, Laurentina, Mameli, Marconi, Onofri, Rugantino, Tullio De Mauro, Vaccheria Nardi, Villa Leopardi e Villino Corsini.

Vi si accede prenotando un tavolo e negli orari di apertura delle varie biblioteche. Leggere o studiare su un prato, sotto agli alberi, nel verde, può essere una valida alternativa per chi ritorna in città ma vuole ancora godere del buon tempo e della piacevolezza del sole settembrino, ma anche per i turisti che fanno visita alla città per scoprire nuovi luoghi difficilmente accessibili a chi non li conosce.

roma biblioteche aperto

ti è piaciuta questa belle notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come : A Polignano una vecchia barca diventa una libreria sul mare: “Leggete, respirate, amate”

oppure: Il borgo dove i libri si prendono insieme al pane, grazie alla tenacia di 6 amiche.

per cercare le biblioteche e consultare gli orari: bibliotechediroma.it

, , ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici + 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.