principessa olanda

La principessa Catharina-Amalia d’Olanda, futura erede al trono, rinuncia al suo maxi stipendio di 1,6 milioni annui di indennità: “Non voglio ricevere quei soldi per diritto, ma voglio meritarmeli”

Una ragazza giovanissima, neanche diciottenne, ma con le idee ben chiare in fatto di meritocrazia e diritti, Amalia, la primogenita di re Guglielmo Alessandro d’Olanda e della regina Maxima, non è ancora diventata maggiorenne ma ha preso una decisione inaspettata, un vero colpo di scena, annunciando con una lettera al Primo Ministro dei Paesi Bassi, Mark Rutte, la sua intenzione di non ricevere l’indennità regale che gli spetta per legge, rinunciando ad un super stipendio di 1,6 milioni di euro l’anno,

con una motivazione molto chiara, che non può che essere degna di stima, nella lettera inviata dalla principessa si legge:

«Il 7 dicembre 2021 compirò 18 anni e, secondo la legge, riceverò un’indennità. La cosa mi mette decisamente a disagio, almeno fino a quando potrò offrire così poco in cambio, a maggior ragione in un momento in cui altri studenti stanno vivendo un periodo molto più difficile a causa del Covid. Voglio guadagnare quei soldi e non riceverli per diritto acquisito»

la principessa Amalia pur giovanissima ha già stabilito un record personale, infatti è il primo membro della Casa Reale olandese a rifiutare l’appannaggio e lo ha fatto con una motivazione che è piaciuta molto all’opinione pubblica, e al premier del paese, infatti Mark Rutte proprio lo scorso anno aveva proposto di tagliare i fondi alla famiglia reale, in particolare a re Guglielmo, il cui appannaggio è di 6 milioni di euro l’anno tra cui 1 milione per spese personali e 5 milioni per le necessità della famiglia reale,

Amalia ha messo la parola fine sui protocolli tradizionali, e concretamente, non solo richiederà i 1,3 milioni di euro per le sue spese, almeno fino a quando non svolgerà incarichi ufficiali per la Corona, ma rimborserà anche i 300 mila euro di reddito annui cui ha diritto mentre studiava.

Amalia sembra aver fatto centro con la sua decisione nel cuore dell’opinione pubblica e del suo popolo che nei precedenti mesi aveva criticato la Casa. Uno studio del 2012 infatti ha calcolato che la monarchia olandese ha superato quella britannica diventando ed è diventata la più costosa d’Europa, con un budget annuo di 47,5 milioni di euro. Il malcontento è cresciuto soprattutto in questi difficili mesi di crisi e pandemia, dove a moltissime persone sono stati richiesti grandi sacrifici, e vedere l’utilizzo di somme di denaro così ingenti da parte della casa reale ha generato critiche e dubbi.

Proprio per questo la scelta personale di Amalia di rinunciare al proprio vitalizio è piaciuta al suo popolo e ha ricevuto la piena approvazione degli olandesi che la vedono come la vera erede di Beatrice d’Olanda, nonna di Amalia e grandemente amata dal popolo

La principessa è Nata il 7 dicembre 2003, ha due sorelle minori, Alexia  e Ariane. Ha appena preso il diploma di liceo classico, con il massimo dei voti, tra le sue passioni ci sono l’equitazione, il pianoforte e l’hockey, ora la sua intenzione sarebbe quella di prendersi un periodo sabbatico per dedicarsi a iniziative benefiche e viaggiare, al suo ritorno frequenterà l’università a Leiden, dove ha studiato anche il padre, e visto che sarà lei a salire sul trono dopo il padre dovrà iniziare un percorso di studi anche per diventare futura regina d’Olanda.

principessa olanda
re e principessa d’Olanda

Ti è piaciuta questa bella notizia sulla principessa d’Olanda ? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come : Bari, poliziotti donano 25mila euro per chi è in difficoltà, rinunciando ai propri buoni pasto

oppure: La mamma è in ospedale, carabiniere ospita in casa i suoi figli: viene premiato tra i migliori comandanti d’Italia.

Fonti : ilsecoloxix.it

,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.