valentino pellicce

Anche la casa di moda Valentino dice addio all’uso delle pellicce animali, un altro passo avanti verso una moda è sempre più fur-free

per fortuna è sempre più in aumento il numero di brand che ha deciso e sta decidendo di abolire l’utilizzo di pellicce di animali nelle loro linee di moda, diventando fur-free

l’ultimo arrivato in questo senso è il brand Valentino, che ha appena annunciato che dal 2022 eliminerà le pellicce della proprie collezioni, preferendo altri tipi di tessuti, cruelty-free, una nuova linea di pensiero che fa parte di un più ampio piano per diventare un marchio più rispettoso degli animali e dell’ambiente in un periodo storico in cui sempre più consumatori sono attenti a quello che comprano e prediligono capi d’abbigliamento animal-friendly,

La scelta è in linea con quelle di altri marchi d’abbigliamento che da mesi o anni hanno deciso di allinearsi verso una moda più etica e rispettosa degli animali, infatti si contano ormai tantissimi brand fur free: Armani, Versace, Gucci, Prada, Michael Kors, Stella McCartney, Jimmy Choo, Zara, Mango, H&M, OVS, The North Face,

Insomma il trend esiste ed è sempre più crescente, tanto che la vendita delle pellicce continua a decrescere anno dopo anno, con l’aumento della consapevolezza dei consumatori rispetto al desiderio di comprare capi più sostenibili e che siano stati prodotti senza crudeltà sugli animali,

un piccolo passo avanti per una moda sempre più attenta, che ha ancora tanti altri passi avanti da fare, ma che si sta sempre più impegnando a fare scelte etiche: ad esempio a Los Angeles si è tenuta la prima Vegan Fashion Week della storia, con il motto “Cruelty-free is the next Luxury” o la comparsa di sempre più materiali non derivanti da animali che possono tranquillamente andare a sostituire, cuoio e pelle, ad esempio il cuoio sintetico creato dai cactus,

passi avanti che evitano lo sfruttamento degli animali e rispondono alle richieste di un mercato che sta cambiando e sta diventando sempre più attento all’etica e alla crudeltà non necessaria verso gli animali,

Jacopo Venturini CEO del marchio Valentino ha dichiarato:

“Maison de Couture per noi significa creatività, unicità, intimità e mindset inclusivo. Il concetto fur-free è perfettamente allineato ai valori della nostra azienda. Stiamo avanzando velocemente nella ricerca di materiali differenti e in ottica di una maggiore attenzione all’ambiente per le collezioni dei prossimi anni. La visione estetica del nostro direttore creativo – unita allo spirito artigianale di lavorazione ed eccellenza nell’esecuzione – si armonizza perfettamente con le nuove tecnologie e gli obiettivi futuri”

Felici della scelta le associazioni animaliste, Simone Pavesi, responsabile LAV Area Moda Animal Free ha commentato:

La LAV plaude la decisione responsabile di Valentino di rinunciare all’uso di pellicce animali, anche in considerazione di quanto questa industria ha avuto e continua a mantenere un ruolo negativo per la possibile ulteriore diffusione del coronavirus (e relative varianti) a causa della epidemia che ancora continua a diffondersi tra gli allevamenti di visoni

san francisco pellicce

ti è piaciuta questa Bella Notizia su Valentino e la scelta di eliminare l’uso delle pellicce? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come : La London Fashion Week è la prima settimana della moda a bandire le pellicce animali

oppure: Prada diventa ‘fur-free’: Stop all’uso di pellicce

Fonti: lav.it

,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 + sedici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.