Farmaco contro cardiomiopatia aritmogena

Alcuni giovani atleti muoiono improvvisamente sul campo da gioco. Una malformazione al ventricolo destro colpisce una persona ogni 5000. L’Università di Padova, in collaborazione con la British Columbia University di Vancouver, ha individuato le cellule responsabili della trasformazione patologica del cuore. Così, trovata la cellula killer, l’Università di Padova sta ora producendo un farmaco estremamente innovativo che ferma la malattia. In arrivo farmaco contro la cardiomiopatia aritmogena.

A Padova c’è anche uno sportello di consulenza permanente (Giovani e cuore aritmico GECA onlus, Padova).

Intervista con la responsabile della scoperta scientifica. Farmaco contro le morti improvvise per cardiomiopatia aritmogena

Abbiamo intervistato per Positizie la responsabile scientifica del progetto, la dottoressa Alessandra Rampazzo , del Laboratorio di Genetica umana molecolare e genomica del Dipartimento di Biologia dell’Università di Padova (nella foto di copertina).

Dottoressa Alessandra Rampazzo, Voi avete isolato le cellule responsabili della trasformazione patologica del tessuto ventricolare?

Studiamo una malattia genetica che causa morte improvvisa. In queste persone le cellule del cuore muoiono e vengono sostituite da tessuto fibroso; esso non conduce impulsi elettrici, e quindi causa aritmie, anche fatali. Studiando il DNA di persone malate, abbiamo individuato 6 geni che causano la malattia. Così, grazie alla scoperta di questi geni, ora possiamo fare lo studio genetico nei familiari, per individuare chi rischia. La scoperta scientifica ci permette anche di realizzare un farmaco.

Attualmente come si cura la malattia e quali vantaggi ci sarebbero col nuovo farmaco?

L’unica cura attuale è quella di prevenire la morte con betabloccanti e nei casi più gravi si impianta un defibrillatore. Invece, noi andiamo a bloccare la progressione della malattia, con un farmaco che impedisce alle cellule del cuore di diventare fibrose e quindi di produrre aritmia. La malattia si ferma con questo farmaco. Si cura la causa e non l’effetto.

Le cellule del cuore vengono, dunque, fermate prima di degenerare patologicamente. Rimangono sane. Una differenza essenziale, in grado davvero di migliorare la vita delle persone. A che punto siete?

Siamo entusiasti dei risultati, ma dobbiamo fare il trial clinico e necessitiamo di finanziamenti. Sono raccolti da Geca onlus (Rete del dono #cuore matto) e da La stella di Lorenzo e poi donati all’Università.

Una differenza essenziale quella proposta dall’Università di Padova e ottenuta dagli studi della dottoressa Alessandra Rampazzo: un intento che va… al cuore del problema!

Farmaco contro cardiomiopatia aritmogena
Il ventricolo destro sano (VD figura 1) sviluppa tessuto fibroso (VD malato figura 2). Il farmaco blocca la degenerazione dei tessuti.

Francesca Vian francescavian@gmail.com


Ti è piaciuta questa buona notizia? Allora forse può piacerti anche un’altra bella notizia sull’ambiente nei tempi della pandemia

Ti è piaciuta questa buona notizia? Allora forse può piacerti anche un’altra bella notizia inventore ex analfabeta

,
Francesca Vian

Appassionata del sociale fin da bambina, vince a 13 anni la sua prima battaglia, facendo abolire il grembiule nero imposto solo alle ragazze; a 17 anni gira un intero polo ospedaliero per chiedere denunce, e poi… non si è più fermata. Fedele al motto di Don Lorenzo Milani che “la parola è la chiave fatata che apre ogni porta”, ha continuato a consumare le scarpe per “aprire le porte” e a studiare il linguaggio, perché crede che soltanto la consapevolezza ci possa assegnare un mondo migliore. E sono ancora tante le porte che si debbono aprire. Lo sguardo è lucido, ma deliberatamente ottimista, forte di un inesauribile impegno civile. Autrice di "Resistere in piedi", Millelire di Stampalternativa, "I baci di Matteo Salvini. I 37 segreti di una propaganda" e altri.

STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 − 7 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.