A 6 anni perde il suo braccio sinistro a causa di un incidente. A 16 anni gioca e vince in Florida, continuando ad inseguire il suo sogno e la sua grande passione per il basket, con un braccio solo. Si chiama Enmanuel Hansel ed è una giovane promessa del basket americano.

Dicono che la passione sia in grado di spingere un essere umano oltre ogni confine pensabile. Se ciò è vero, la storia di Enmanuel Hansel può rappresentare un esempio di grandissimo valore e ispirazione.
Nato 16 anni fa a Santo Domingo, Enmanuel è una giovane promessa del basket americano nonostante giochi con un braccio solo, avendo perso il suo braccio sinistro a 6 anni per un incidente dopo che un muro ha ceduto crollandogli addosso.
La sua passione per il basket, nonché un’indubbia dose di talento, gli stanno permettendo di competere e di imporsi nei campionati giovanili americani, riscuotendo un grande e meritato successo e stima.

LO DICEVA ANCHE MJ.

Dopotutto, lo stesso Micheal Jordan, probabilmente il più dominante ma sicuramente il più famoso giocatore di basket NBA della storia, aveva affrontato il concetto nel suo discorso d’introduzione alla Hall of Fame nel 2009:

“i limiti, come le paure, spesso sono solo un’illusione”.

Enmanuel Hansel, con il suo percorso sportivo, sta dimostrando che questo è vero, attirando sempre più attenzioni anche da parte degli addetti ai lavori. Il tutto anche grazie ai molti video che, recentemente, hanno fatto il giro del web, mostrando le prodezze spettacolari che questa giovane promessa del basket americano, attualmente liceale della Life Christian Academy in Florida, riesce a compiere con un braccio soltanto.

Enmanuel Hansel giovane promessa basket americano con un braccio solo
Enmanuel Hansel, giovane promessa del basket americano, nel momento che precede una sua schiacciata. Foto © Roberto Olivero

UNA GIOVANE PROMESSA, NON SOLO UN “FENOMENO WEB”.

Hansel sta dimostrando, con i fatti, di poter aspirare a diventare un giocatore di livello. I numeri che sta collezionando, seppur in questo torneo giovanile, lo dimostrano: una media di 25 punti e 11 rimbalzi a partita, frutto di un’intensità agonistica eccellente, di una grande verticalità e di spiccate doti di tiro e palleggio.
Ma Enmanuel appare ancora come un ragazzo molto semplice, sebbene consapevole del suo talento:

“Voglio solo rendere felice la mia famiglia e continuerò a spingere affinché accada”

così si è espresso in un post rivolto ai suoi quasi 200mila follower su Instagram.

FIGLIO D’ARTE, CON IL BASKET AMERICANO NEL DESTINO.

Nonostante la sua prima passione sportiva fosse stata il calcio, lo ammette Enmanuel stesso, a seguito dell’incidente ha iniziato a dedicarsi totalmente al basket seguendo le orme del padre, quel Salvador Hansel, detto il “Kikima”, che nei primi anni 2000 è stato uno dei giocatori dominicani più forti della sua generazione, tanto da sfiorare l’approdo in NBA nel draft del 2002.
Enmanuel è molto legato alla sua famiglia e, nella vita sportiva, in particolare al padre. Un padre che, consapevole dell’impatto fisico richiesto da uno sport come il basket, soprattutto ad alti livelli, non ha nascosto le sue perplessità iniziali per la scelta del figlio:

“All’inizio non volevo che giocasse, avevo paura che si facesse male. Ma ha bisogno di fare il suo percorso e di raggiungere i successi che merita, perché si è dedicato tanto al basket”.

IL SUDORE IN PALESTRA, GLI IDOLI E UN GRANDE SOGNO.

Come detto, Enmanuel sta costruendo il suo percorso sportivo giorno dopo giorno, con una tenacia ammirabile e con una grande costanza. Il giovane cerca di migliorarsi in tutti i fondamentali, studiando i movimenti dei più grandi interpreti del basket contemporaneo, come l’attuale leader dei Los Angeles Lakers, LeBron James. Talento, disciplina e tenacia sono le basi con cui sta cercando di perseguire i propri obiettivi:

“Il mio obiettivo adesso è arrivare al college, per poi diventare un professionista e giocare in Nba. Mi vedo come un gran talento, un gran giocatore, ma non sono uno ‘speciale’. Sono soltanto un cestista che si sta facendo strada per raggiungere il suo sogno”.

E noi gli auguriamo di realizzarlo.
Sarebbe qualcosa di eccezionale per lui. Ma non solo per lui.

Ti è piaciuta questa bella notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come:
Premiati da Mattarella i giovani che rigenerano PC usati e li donano agli studenti che hanno bisogno per la DAD
oppure
Seconda laurea per Sammy Basso, simbolo della lotta alla progeria, con tesi sulla sua malattia

Fonti: Sky Sport, Gazzetta Immagini: Fotografo © Roberto Olivero

,
Umberto Piubello

Credo nel potere trasformativo delle parole e, per questo, cerco di sceglierle con cura sia nelle mie relazioni quotidiane che nel mio lavoro.
Nella vita mi occupo di Comunicazione.
Sono attivo nel sociale e nel volontariato, in diverse forme.
La musica è una parte fondamentale della mia esistenza.
Canto e suono in una band che si chiama Kallaste, compongo canzoni e sono consapevole di questo privilegio creativo.
Sogno molto, anche ad occhi aperti.

STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − undici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.