Pensieri e note in modalità MINDFULNESS

Pema Chodron ci aiuta a osservare dentro di noi con compassione e onestà. Siamo esseri umani capaci di amare e prenderci cura gli uni degli altri, abbiamo dentro di noi un potenziale di consapevolezza amorevole. E questa viene in soccorso quando dobbiamo scegliere quale direzione prendere nelle diverse situazioni quotidiane, verso la chiarezza e la felicità o verso la confusione e il malessere.

Alla fine liberarci dalla rabbia e dall’ostilità si riduce a quale lupo vogliamo nutrire. Dovremmo tenere presente il quadro generale entro cui facciamo le nostre scelte, non solo il nostro naturale bisogno di quiete e di uscita dallo stress continuo in cui viviamo. A questo sacrosanto desiderio, potremmo aggiungere un pizzico di sanità mentale quantomai necessaria oggi.

Se stiamo pensando che il mondo avrebbe bisogno di un cambiamento, – e lo pensiamo, non è vero? – quali azioni potremmo intraprendere per contribuire attivamente a ridurre la sofferenza nel mondo? E’ un momento della nostra storia dove svegliarci riguarda non solo la nostra felicità personale, il bisogno di lavorare sulla coscienza puo’ in effetti diventare fonte di benessere per tutti gli esseri.

In una storia dei Nativi americani si narra di un nonno che parla al nipote della violenza e della crudeltà nel mondo come una lotta tra due lupi nel profondo del cuore degli uomini. Un lupo è vendicativo e furioso, l’altro è comprensivo e gentile. Il nipote chiede quale lupo vincerà questa lotta e il nonno risponde “il lupo che scegli di nutrire”.

Questa è la nostra sfida: come possiamo richiamare la nostra intelligenza innata a scegliere tra cosa ci aiuta e cosa ci ferisce, cosa porterà la nostra amorevolezza oppure la nostra aggressività. Con il mondo in pieno caos economico e il pianeta a rischio, l’aumento della sofferenza e delle guerre, è venuto il tempo di fare un salto di qualità con qualsiasi cosa possa aiutare il cambio di direzione in tutto quello che ci circonda. Anche il minimo gesto può nutrire il lupo giusto. Mai come oggi, siamo tutti nella stessa situazione.

Con un cambio di prospettiva, possiamo renderci conto di quanto noi creiamo conflitti esattamente come gli altri li creano a noi. Un impegno che possiamo prendere è smetterla di rimuginare sui torti che ci fanno gli altri, lasciar andare vecchi conflitti, aprire il cuore, aprire la nostra visione e renderci conto della bontà di base nostra e di tutti, lasciar andare la diffidenza e le vecchie modalità e scegliere con saggezza. Possiamo farlo qui e ora, proprio adesso.

Per esempio nei nostri incontri quotidiani, quando parliamo impiegando un’enorme quantità di energia nella lamentela, nella critica, nel risentimento e nella rabbia. Siamo perfettamente in grado di cambiare abitudini, verbali e mentali. Conosciamo bene la forza terapeutica e trasformativa del parlare con gentilezza, del sollievo quando lasciamo andare. Possiamo persino vedere il lato comico dei conflitti che inneschiamo noi verso gli altri come gli altri verso di noi.

prendiamola con umorismo

Il primo passo è essere onesti con noi stessi. Renderci conto in ogni situazione se vogliamo alimentare la rabbia e l’aggressività oppure ammorbidire la situazione ed essere gentili. Per attivare questo approccio dobbiamo affidarci ad alcuni punti fermi. Dobbiamo allenarci a essere saggi, a coltivare la nostra intelligenza innata, il nostro calore umano e la nostra apertura mentale.

Tutti abbiamo queste qualità. Sarebbe sufficiente non lasciarci oscurare dalle emozioni nocive che renderanno la situazione peggiore. Spesso il nostro desiderio e le nostre azioni non sono sincronizzate. Possiamo restare aperti con empatia e senso dell’umorismo in ogni situazione. Qualità naturali di qualsiasi essere umano. Che guariscono qualsiasi relazione, con noi stessi e con gli altri. Coltivando una mente aperta e flessibile.

Per esempio proprio adesso possiamo fermarci, fare una pausa, rilassarci, respirare con calma e aprirci con fiducia alla nostra natura amorevole e gentile. Quando ci fermiamo la nostra intelligenza innata viene in soccorso.

All’inizio sembra difficile, ma poi questa pausa diventa energia che ci nutre.

PAUSA, RILASSATI, APRITI con FIDUCIA

Ecco i primi punti fermi a cui possiamo rivolgerci in ogni momento.

Vedremo dei cambiamenti interessanti in pochi istanti. Ripetiamo l’esperimento in ogni momento e la nostra vita cambierà. Abbiamo iniziato a nutrire il lupo giusto.

coltiviamo cose belle per noi e per gli altri

Marcella Manzini www.etiqameditazione.onweb.it

ti è piaciuto questo articolo? Forse allora potrebbero interessarti anche altri articoli simili come : Come posso arginare l’ansia con amore e tenerezza

oppure : L’impermanenza delle cose e l’inizio di una nuova avventura

, ,
Marcella Manzini

“Una vita vissuta come ricerca. E la ricerca si è rivolta all’interno dopo aver a lungo esplorato e viaggiato altrove”
“Amo guardare fuori dalla finestra o da un finestrino. Amo il viaggio.
Amo l’amore. Amo le risate. Amo piangere. Amo camminare.
Amo tutto quello che tocca il cuore e che sa di vero. Amo sedermi in meditazione”.
istruttore certificato MBSR Mindfulness Based Stress Reduction con certificazione acquisita nel 2016 presso AIM Associazione Italiana Mindfulness di Milano.
Diplomata in Naturopatia nel 2011 presso Scuola AeMeTra di Torino.
Collabora con insegnanti di yoga, medici, psicologi e psicoterapeuti.
Naturopata e bio-terapista, pratica meditazione e yoga da oltre 30 anni.

STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.