Nemonte Nenquimo e altre grandi combattenti, quando la forza delle donne indigene è in difesa dei diritti del Pianeta

Le tribù indigene sono state e continuano ad essere leader nella lotta per l’ambiente e la giustizia sociale. Nel 2020, ad alcune delle donne di queste tribù è stato insignito il ruolo di “paladine ambientali”, grazie al loro lavoro e alla loro forza di volontà per la protezione del pianeta.

Nemonte Nenquimo, leader dei Waorani, una tribù indigena che risiede nel Parco Nazionale di Yasuni nell’Ecuador – uno degli ecosistemi più ricchi di biodiversità di tutto il mondo – è stata ufficialmente riconosciuta come una delle 100 personalità più influenti dell’anno 2020.

Soltanto l’anno prima Nemonte aveva fatto causa al governo ecuadoriano di Quito ed aveva ottenuto come risultato la salvaguardia di circa 202.000 ettari di territori indigeni nella foresta Amazzonica, proteggendoli così dallo sfruttamento e dell’estrazione petrolifere. Un risultato incredibile mai ottenuto prima!


Nemonte, a soli 34 anni, è oggi cofondatrice dell’associazione non profit Ceibo Alliance, e rappresenta senza ombra di dubbio un esempio per tutta l’umanità, non solo per i risultati ottenuti, ma soprattutto per la sua forza e la sua tenacia. Nemonte, come afferma lei stessa, trova ispirazione dall’educazione ricevuta durante la sua infanzia da parte dei suoi genitori, dei suoi nonni e degli antichi capi tribù del suo villaggio.


Ma Nemonte non è l’unica donna a battersi per il pianeta; come lei, moltissime altre attiviste si sono fatte conoscere negli ultimi anni per la loro perseveranza ed il loro coraggio: parliamo, ad esempio, di Vandana Shiva, convinta che le donne siano i veri motori del cambiamento, e che nel proprio paese, l’India, ha sostenuto le imprese agricole create e gestite da contadine, di qualsiasi età e estrazione sociale; o ancora Wangara Maathai, biologa originaria del Kenya, scomparsa nel 2011, vincitrice del premio Nobel per la pace nel 2004: Wangara fu la mente del Green Belt Movement, un’organizzazione contro lo sfruttamento massivo del suolo forestale che coinvolse un numero elevatissimo di donne con lo scopo di piantare alberi e sementi.


Queste donne hanno dimostrato una forza di volontà incredibile e continuano, con i loro insegnamenti, a ispirare nuove generazioni nella lotta di un bene più grande: la salvezza del Pianeta.

di Marta Rizzi

donne indigene
Copertina del time con Nemonte

Ti è piaciuta questa Buona Notizia sulle donne indigene eroine del pianeta? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come : Amazzonia, vittoria degli indigeni peruviani sulle multinazionali del petrolio: bloccata l’esplorazione delle loro terre

oppure: Usa, vittoria dei Sioux su Trump: l’oleodotto che attraversa i loro luoghi sacri verrà bloccato

Fonti ed Immagini: amazonfrontlines

, ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti + 18 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.