tumore sogno polizia

Napoli: sorpresa per Davide un bimbo di 3 anni che guarito da un tumore raro, ha festeggiato realizzando il suo sogno grazie alla polizia

Una bellissima sorpresa per Davide il bambino di tre anni che al termine del percorso di cura per combattere una rara forma di tumore presso l’ospedale Santobono di Napoli, ha trovato ad attenderlo una divisa della sua misura e una macchina della polizia, che l’ha portato a casa, realizzando il suo sogno di diventare poliziotto, almeno per un giorno,

Davide aveva raccontato alla mamma, Maria Strazzullo, di avere un grande desiderio, quello di poter indossare una divisa da poliziotto come quella che aveva visto indosso a degli agenti di pattuglia nel cortile dell’ospedale, che il giorno in cui il bimbo aveva ricevuto la diagnosi di avere una malattia rara, lo avevano fatto distrarre un attimo e avevano cercato di farlo sorridere facendolo entrare nella loro macchina,

La mamma gli ha comprato una mini divisa, che Davide ha indossato, tutto orgoglioso, dopo l’ultima infusione, ha lasciato i corridoi dell’ospedale tra l’emozione e la commozione del personale che lo ha accompagnato durante la degenza.

Non si sarebbe mai aspettato di trovare fuori dall’ospedale due macchine della polizia, con le sirene illuminare che lo aspettavano per portarlo a casa, il bimbo stupito ed incredulo ha preso subito confidenza con le macchine e i poliziotti, con un grandissimo sorriso dipinto in volto, sotto il berrettino della divisa, tanto desiderato durante i giorni in ospedale.

Davide infatti ha come sogno quello di diventare un poliziotto per sconfiggere “i cattivi” , già un grandissimo cattivo è riuscito a batterlo!

Giuseppe Fusco, direttore delle Volanti di Napoli racconta:

“Gli abbiamo insegnato come si accendono i lampeggianti, come si comunica via radio con la sala operativa e ha iniziato a fare letteralmente i salti di gioia divertendo noi e il personale medico sanitario presente.”

un’ulteriore sorpresina per il bimbo è arrivata quando dalla centrale operativa ha sentito proprio il suo nome, infatti altri agenti del centro operativo e altre pattuglie in città saputo di questo piccolo grande regalo lo hanno chiamato “in diretta” per salutarlo e fagli i migliori auguri

Flavia Matrisciano, direttrice della Fondazione Pausilipon spiega come si punti molto ad umanizzare i percorsi di cura, per accogliere bambini e famiglie duranti i difficili percorsi di lotta contro una malattia e fargli vivere momenti felici anche in un periodo così complicato, poichè l’ospedale pediatrico è un luogo ” speciale” che deve il più possibile girare intorno al bambino, anche , appunto con la realizzazione dei suoi piccoli/grandi sogni.

fonti ed immagini: FondazioneSantobonoPausilipon/

ti è piaciuta questa bella notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come: Rubano la bici ad un bimbo di 7 anni, gli agenti di Brindisi, a sorpresa, gliela ricomprano

oppure: Soldato americano ritrova i ‘suoi’ bambini italiani, 76 anni dopo

, , ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + 20 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.