tumore seno metastati anticorpo

Tumore al seno, scoperto anticorpo monoclonale che blocca le metastasi

Nel 2020 il tumore al seno ha colpito in Italia quasi 55.000 persone. Sebbene la mortalità per tumore al seno sia in costante calo (-0,8 ogni anno) e la sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi abbia raggiunto l’87 per cento, secondo i dati Aiom si stimano ancora nel 2020 circa 12.300 decessi per questa malattia

su questa scia un risultato importante in fatto di ricerca e prevenzione arriva da uno studio giudato da un team di ricercatori italiani, da poco pubblicata sulla rivista scientifica Oncogene

Lo studio di un team internazionale guidato dall’Università Campus Bio-Medico di Roma, condotto dal dott. Francesco Pantano dell’Unità di Oncologia medica, ha scoperto anticorpo monoclonale che blocca le metastasi alle ossa del tumore al seno

si è arrivati a questa scoperta grazie ad un lavoro di gruppi di ricerca internazionali, capofila Policlinico Universitario Campus Bio-Medico e dall’Inserm di Lione con la collaborazione dell’Institut Curie di Parigi e dell’Università di Amburgo.

i differenti team di ricerca hanno identificato, attraverso uno screening effettuato sul genoma di pazienti affetti da tumore della mammella, la proteina integrina alfa5 come uno dei fattori maggiormente coinvolti nella creazione di metastasi osee, che possono portare alla comparsa di recidive anche a distanza di anni dalla fine delle cure per il tumore al seno.

i ricercatori hanno scoperto come la proteina integrina alfa5 possa essere bloccata dall’anticorpo monoclonale Volociximab. L’elevatissimo tasso di efficacia nel bloccare la produzione di metastasi osee, da parte di questo anticorto è stato dimostrata, nei laboratori di Oncologia traslazionale dell’Università Campus Bio-Medico di Roma e dell’Inserm di Lione, prima su modelli in vitro e poi in vivo,

La scoperta del gruppo internazionale guidato dall’Università Campus Bio-Medico di Roma apre la strada a una prospettiva terapeutica nuova che colpisce un aspetto del processo di metastatizzazione fino ad oggi mai esplorato.

Francesco Pantano dell’Unità di Oncologia medica del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico ha spiegato:

“La proteina integrina alfa 5 è il ‘gancio’ con cui la cellula tumorale si lega alla fibronectina, che è altamente presente nel microambiente osseo. Questo ‘aggancio’, il primo evento che porta allo sviluppo delle metastasi, viene bloccato dal Volocixamab che si frappone alle due molecole e ferma la propagazione del tumore nell’osso. Il risultato è molto promettente anche perché il farmaco è sicuro, è già stato testato e non è tossico”.

“Questo studio ci mostra che nella ricerca oncologica emerge sempre di più come ogni tumore agisca secondo strategie specifiche: il nostro sforzo è quello di comprendere sempre meglio i diversi meccanismi biologici per offrire ai pazienti trattamenti sempre più mirati.”

tumore seno metastati anticorpo

ti è piaciuta questa Buona Notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Belle notizie come : Giovane studiosa inventa una macchina per diagnosticare il tumore al seno da casa

oppure: Completata la più grande mappatura genetica del cancro

Fonti : unicampus.it

, ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 + diciassette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.