supermercato buone azioni

In Texas una scuola superiore ha da poco aperto un supermercato per le persone in difficoltà, dove non c’è bisogno di soldi ma si paga con buone azioni

Una scuola superiore di una città del Texas, La Linda Tutt High School di Sanger ha voluto accendere una fiamma di speranza nella comunità cittadina, aprendo un negozio di alimentari gestito da studenti per sostenere le famiglie bisognose.

Il progetto di questo piccolo supermercato è stato lanciato ad inizio Dicembre e prevede che gli studenti e le persone in difficoltà possano acquistare beni di prima necessità tra cui carta igienica, carne e alimenti di base, per pagare non servono i contanti ma si guadagnando punti da buone azioni e servizi alla comunità.

nell’area in cui si trova questa scuola superiore sono infatti molti gli studenti e le famiglie che si trovano sotto la soglia della povertà e una percentuale di loro è addirittura considerata senza tetto, da qui l’idea del preside e dei rappresentanti scolastici di creare un luogo in cui chi ha bisogno possa venire a rifornirsi di bene di prima necessità senza dover ricorrere al denaro per pagare il conto,

La scuola superiore ha collaborato con associazioni di volontariato come First Refuge Ministries e Texas Health Resources e con il negozio di alimentari Albertsons per aprire questo piccolo supermercato.

il negozio è completamente gestito da studenti che si occupano dell’inventario, riforniscono gli scaffali e aiutano altri studenti a trovare e imballare i prodotti di cui hanno bisogno, è aperto dal lunedì al mercoledì per studenti e dipendenti del distretto scolastico ed il martedì per il resto della comunità

Gli studenti e le loro famiglie possono acquistare ciò di cui hanno bisogno utilizzando un numero di punti, inizialmente stabilito in base alle dimensioni della loro famiglia.

Successivamente, gli studenti possono guadagnare più punti ottenendo buoni risultati scolastici, facendo buone azioni per le quali insegnanti e personale scolastico possono assegnare punti oppure facendo piccoli lavori a scuola come aiutare in biblioteca o fare da educatore e seguire nei tempo libero studenti delle scuole elementari.

Preston Westbrook, uno studente del liceo, è uno dei gestori del negozio a raccontato alla CNN:

“Mi piace questo progetto e mi piace aiutare gli altri, sono qui per assicurarmi che gli studenti ottengano ciò di cui hanno bisogno. Il negozio ha aiutato a sollevare l’umore delle famiglie durante la pandemia, soprattutto per le persone che hanno perso dei famigliare e che si trovano più in difficoltà. Gli studenti che entrano sono sollevati dal poter pendere i bene di prima necessità senza dover pensare al lato economico, hanno sempre il sorriso sulle labbra”.

Anthony Love, il preside della scuola superiore Linda Tutt ha spiegato sulle pagine della CNN:

“Nel nostro distretto scolastico, ci sono circa 2.750 studenti iscritti e in tutto il distretto il 43% di questi studenti è considerato economicamente svantaggiato. Circa il 3,6% dei nostri studenti sono considerati senzatetto. Abbiamo pensato che fosse importante sostenere loro e le loro famiglie e assicurarci che avessero cibo in tavola”.

“Una cosa per cui spingiamo davvero è che gli studenti guadagnino punti andando al di là in classe o facendo qualcosa di bello per gli altri, o un atto di gentilezza. Questi sono i traguardi che festeggiamo”

“Siamo un piccolo distretto scolastico, ma cerchiamo sempre di insegnare ai nostri studenti l’importanza di fare del bene alla propria comunità. Siamo molto felici di avere già ricevuto diverse richieste da altre scuole per replicare la nostra iniziativa”.

supermercato buone azioni
supermercato in cui si paga in buone azioni

Fonte ed Immagini: CNN – Immagini: Anthony Love profilo Fb della scuola : LindaTuttHighSchool

ti è piaciuta questa bella notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come : Per aiutare bisognosi e senzatetto arriva a Milano il Foodtruck con cucina mobile

oppure: Faenza, gli studenti mettono le loro foto sui banchi “Così i prof si sentono meno soli”

, ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.