pavia senza fissa dimora

Georgia è una donna di 44 anni, senza fissa dimora da due anni, che è stata aiutata dalla generosità dai cittadini di Giussago a trovare un tetto

La signora Georgia di 44 anni, di origini rumene da due anni era senza tetto, da quando nel 2018 ha abbandonato Roma dove viveva e lavorava come badante e ha preso un treno senza una precisa destinazione,

la signora soffre di problemi mentali e da due anni a questa parte ha sempre vissuto in giro, dormendo per strada, non riuscendo più a pianificare il proprio futuro e rimettersi in piedi,

fino a che un mese fa, continuando a spostarsi per l’Italia, da Roma da dove era partita arriva alla stazione di Certosa di Pavia, dove si ferma per un mese, dorme per strada, trova rifugio sulle panchine della banchina dei treni e poi quando inizia a fare freddo si ripara sotto la pensilina dello scuolabus,

quella signora disorientata e bisognosa fa scattare nei cittadini di Giussago, in provincia di Pavia, una gara di solidarietà per aiutarla ,

Alcuni cittadini le parlano, ascoltano i suoi racconti, in un ottimo italiano, su pezzo confusi del suo passato, la aiutano come possono, qualcuno le porta un materassino su cui può trascorrere la notte in maniera più comoda, qualcun altro delle coperte per riscaldarsi, chi arriva con un pasto caldo o con della frutta da offrire alla senza dimora, che con un sorriso accetta i doni e chiacchiera con chi glieli offre,

la signora ricorda poco, non è spesso lucida, ma è gentile e simpatica a tal punto da essere “adottata” dagli abitanti del paese, tra chi passa di li e si ferma c’è anche Ilaria Zambaldo, he lavora nell’associazione “Albero della vita” che scrivendo un post su facebook sul gruppo della comunità romena presente a Roma è riuscita a mettersi in contatto con le figlie delle donna, che stanno in Romania e che la donna aveva lasciato per venire a lavorare in Italia,

mentre si è subito mobilitata anche sul gruppo facebook cittadino per aiutare la signora, accertandosi delle sue condizioni, sotto il post ha ricevuto decine di commenti da parte di altri cittadini pronti ad aiutare

chi chiede che venga aperta la sala d’attesa della stazione così la signora può non soffrire il freddo la notte, chi racconta che ha portato il figlio a offrire qualche dono e la signora ha voluto ricambiare con una brioches, chi racconta di andare spesso a portarle un pasto caldo e di come la signora sia davvero una bravissima persona.

“Sono commossa. Stamattina Georgia aveva 2 cappelli nuovi, un paio di guanti, uno di stivali, una coperta in più. GRAZIE di cuore. Mi rincuora sia per lei, che per la parte di paese empatica e generosa che si sta manifestando. Se il mondo fosse governato da persone così, sarebbe molto più bello viverci. Grazie ancora.”

scrive Ilaria sotto il post, nel mentre si è messa in contatto con la Caritas per trovare un tetto a Georgia e permetterle di ricevere assistenza e cure, è stata indirizzata verso il dormitorio femminile di Voghera, dove la signora Paola è stata portata dalla croce bianca,

poche ore prima di essere presa in carico e portata a Voghera, diversi cittadini saputo del suo spostamento le hanno portato piccoli regali e pensierini che possono esserle utili, andando a salutarla e dimostrando affetto per quella sconosciuta entrata nei loro cuori,

la signora intanto, grazie alla movimentazione dei tanti che hanno prestato aiuto è al ricovero, dove dove adesso ha un letto, una doccia, cure mediche e potrà essere introdotta in un percorso di cura

pavia senza fissa dimora
senza fissa dimora aiutata dai cittadini a trovare un tetto a Pavia

Post su facebook di Ilaria Zambaldo

ti è piaciuta questa Buona Notizia sulla signora senza fissa dimora che ha trovato un tetto a Pavia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Belle Notizie come: Il libraio che legge agli anziani al telefono, per combattere la loro solitudine

oppure : Francesco il senzatetto gentile che ha trovato lavoro grazie ad un appello social

,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 + otto =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.