fabbrica street art

A Saronno i proprietari di una fabbrica abbandonata si sono messi d’accordo con due artisti e hanno creato un museo a cielo aperto di street art

Una ex fabbrica di cornici in provincia di Varese, ormai abbandonata da tempo, che i proprietari non riescono a vendere, è diventata un piccolo museo a cielo aperto quando due artisti di strada di fama internazionale,

Tilf e Blackwan sono entrati in contatto con i proprietari che hanno acconsentito a dare una seconda vita al loro immobile e prestarlo per questo nuovo tipo di arte,

così si sono messi d’accordo per trasformarla attraverso la loro arte e i loro colori, in qualcosa di unico. Fantasia, vernici, rulli, pennelli, scale e via, un luogo abbandonato ritorna in vita, grazie a murales coloratissimi sulle pareti interne ed esterne dell’ex fabbrica,

I due artisti Blackwan e Tilf hanno già firmato diversi lavori insieme e per questa nuova opera si sono lasciati ispirare al luogo abbandonato e hanno dato libero sfogo alla loro immaginazione creando immagini d’impatto quasi tribali finalizzata a lasciare stupiti gli ignari passanti,

i vicini si complimentano per l’idea per avere abbellito un angolo degradato e spento della città e proponendo di dare il via libera per poter dipingere anche su altri edifici distrutti ed abbandonati, che come in questo caso si riaccenderebbero di nuovi colori,

c’è chi addirittura, come già successo in altre città, si auspica che questo primo “museo a cielo aperto” possa portare altri artisti in zona e che si possa creare un vero e proprio percorso di street art nella città.

fabbrica street art
ex fabbrica diventa un museo a cielo aperto di street art

fonti: prealpina.it

ti è piaciuta questa bella notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come : Milano, un maxi murale in onore di infermieri e medici

oppure: Torino: l’arte fa riaffiorare ricordi ed emozioni dei malati di Alzheimer

, , ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

1 Comment

  1. Ottimo articolo grazie, continuate cosi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.