rimanere centrati caos

Note e pensieri in modalità MINDFULNESS

Estraggo da un testo di Eckart Tolle un pensiero sulla trasformazione in corso dei nostri tempi.

Rimanere centrati vuol dire tante cose. Coltivare la serenità anche quando i problemi sono tanti. Non preoccuparsi per ogni spillo che si sposta nella nostra vita. Evitare la tirannia dei nostri pensieri negativi specialmente quando non sono veri nè utili. Vivere col cuore aperto. Fare una pausa ogni volta che siamo accerchiati, sequestrati dalle emozioni. E poi tirare innanzi.

Se rimanessimo ad ascoltare solo le informazioni che riceviamo ogni giorno, l’idea di questo nuovo millennio sarebbe completamente negativa, deprimente e senza speranza. Infatti è vero che la sofferenza dell’umanità non è dovuta solo a disastri naturali ma per la maggior parte viene inflitta dagli umani stessi ad altri umani. Il quadro potrebbe essere spaventoso ma non è tutta la realtà. Esiste anche altro.

rimanere centrati caos
rimanere centrati caos

Le notizie dei canali di comunicazione ufficiali sono concentrate in genere su incidenti, violenza, guerre. Nonostante sia in corso un numero incredibile di crisi umanitarie e ambientali globali, questa non è tutta la storia. Il quadro è molto più articolato e più colorato. Accadono anche molte cose positive nel mondo che non vengono citate o sottolineate.

E’ in corso un processo di presa di coscienza, di risveglio etico ed esistenziale in molte parti del mondo. A guardare bene aumenta per esempio il senso di giustizia sociale che i nostri antenati non si sarebbero mai sognati. Millenni di patriarcato, soggiogamento razzista e svalutazione delle persone solo in base al ceto sociale, sono diventati in molti posti un incubo del passato.

Sempre piu persone accettano i diversi orientamenti di genere delle persone, le razze si mischiano e la consapevolezza, come l’attenzione per gli altri esseri umani e per il pianeta stesso. sono in aumento. Insomma l’ego delle persone diminuisce se guardiamo bene e dà origine a maggiore empatia tra gli uomini e anche verso gli animali. Inclusa la disponibilità a scendere a compromessi nelle interazioni con gli altri come prerequisito necessario per la coesistenza pacifica.

Ci sono ancora molte zone del mondo soggette a violenza o in guerra dove prevale il bisogno di avere un nemico e dove la cosapevolezza nella psiche non è ancora sviluppata, una specie di regressione temporanea allo stato egoico primitivo.

I media ci servono in continuazione immagini di popoli nemici e situazioni avverse, e così il pensiero dominante sarà una distorsione della realtà. Proprio come un bruco diventa disfunzionale e squilibrato subito prima della sua metamorfosi in farfalla, lo stato di coscienza egoico è ancora prevalente rispetto alla consapevolezza risvegliata in molti paesi e organizzazioni e sta ancora causando crisi importanti. Ma non c’è nulla di cui avere paura, se rimaniamo presenti e non ci lasciamo prendere dal panico. Non abbiamo bisogno di credere a tutto quello che i media ci propongono di temere, possiamo evitare di farci coinvolgere in profondità.

Il nostro ego portato all’esasperazione in qualche modo precede il passaggio successivo dell’evoluzione umana che è la presa di coscienza, e noi siamo in questo passaggio. La risoluzione sta accelerando e se stai leggendo questo scritto vuol dire che sei parte essenziale di questo processo.

Accertati di vivere il momento presente come tuo amico, onoralo dedicandogli completa attenzione, apprezzalo e ringrazialo, allineati con il tuo essere umano e coltiva la crescita di un nuovo mondo. Partendo dal fare amicizia con te stesso. Questo ti faciliterà nei rapporti con gli altri e se tutti facciamo così, la terra diventa un posto migliore dove vivere.

rimanere centrati caos
rimanere centrati caos – bellezza ed armonia

Poesia di Mariangela Gualtieri, tratto da “Parsifal“.

Io non so perché guardando l’acqua del mare
mi salta in petto una gioia di figlio con la
madre. Non so se questa uscita mia in un secolo
a caso, se questo essere qui a casaccio,
io non so spiegarmi questa malattia
all’attacco del mondo, non so guarire
questa malattia che indolora e vorrei
sistemare ogni cosa, in un sogno puerile di
tregua, in un’arcadia anche retorica,
in un dormire abbracciato dei
guerrieri che si innamorano.

Marcella Manzini

www.etiqameditazione.onweb.it

ti è piaciuta questa bella notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre buone notizie come : Gestire l’ansia nel mezzo del caos e muoverci con gentilezza verso la vita

oppure: Meditare 15 minuti al giorno ha lo stesso effetto di un giorno di vacanza

,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.