van volkswagen green

Chi ha detto che passato e futuro non possono scendere a compromessi? Di sicuro non la nota casa automobilistica tedesca Volkswagen, che rilancia il mitico van dei “figli dei fiori” in versione green.

Il classico Bulli, che negli anni Sessanta riempiva le strade di tutto il mondo, tornerà nelle concessionarie nel 2022. Stesso look, ma a zero emissioni e con un nuovo nome, moderno come le sue tecnologie: è in arrivo l’ID. Buzz.

Vivere a quattro ruote attraversando confini: così si potrebbe riassumere la filosofia dello storico campervan lanciato in Germania verso la fine del 1940, reso poi iconico dal movimento Hippie qualche decennio dopo. Oggi, nell’era tecnologica, globalizzata e super inquinata, il mitico van firmato Volkswagen torna a farci viaggiare, ma questa volta in versione green.

Nel 2022, infatti, è prevista l’inaugurazione del primo ID. Buzz, una rivisitazione in chiave moderna del furgoncino che ha rivoluzionato l’esperienza del viaggio su quattro ruote.

Con il van elettrico proiettiamo nuovamente il Bulli, l’iconico pulmino Volkswagen, nel futuro. E ti diamo ancora più libertà per scoprire il mondo. Affinché il desiderio d’avventura che ti anima non scompaia mai. Ovunque tu sia.

Così la casa automobilistica tedesca presenta al pubblico la sua “nuova” creazione, facendo leva proprio sulle innovazioni apportate al modello classico che tutti conoscono. L’obiettivo è ambizioso, ma necessario. Volkswagen, infatti, vuole permettere agli amanti del road trip di continuare a esplorare meravigliosi luoghi, questa volta però nel rispetto della natura. D’altronde il vero viaggiatore non è chi decide semplicemente di godere delle bellezze che il Pianeta ha da offrire, ma di farlo in modo consapevole, avendone cura e preservandole.

van volkswagen green

Le idee più semplici sono anche le più straordinarie

Un giorno l’importatore olandese Ben Pon, durante una visita alla sede Volkswagen di Wolfsburg nel lontano 1947, intravide in un semplice mezzo adibito al trasporto interno di merci pesanti un’enorme potenzialità. Cabina di guida avanzata e motore posteriore con al centro la superficie di carico, il tutto realizzato sulle linee guida del tipico Maggiolone tedesco. Un mezzo che, secondo Pon, aveva tutte le carte in regola per diventare un prodotto innovativo e attraente.

Così, nella primavera del 1950 vengono messi in strada i primi furgoncini firmati Volkswagen, con il tempo resi sempre più confortevoli e simili a un’automobile. L’anno successivo, infatti, esce il modello Samba che con la sua carrozzeria bicolore e il telaio avvolgibile diventa un vero e proprio cult.

van volkswagen green

Il dopoguerra vede rifiorire il mercato automobilistico, e questa sarà la grande fortuna della Volkswagen, che si aggiudicò l’oscar come miglior attore protagonista del miracolo economico di quegli anni. Trasporto di persone, di merci, di carrelli da traino, di cibo: il Bulli assume la fama del “veicolo che tutto può” e fa balzare le vendite della casa produttrice.

Nonostante la grande risonanza del fenomeno, saranno i “figli dei fiori” a trasformare l’idea geniale di Ben Pon nell’icona di uno dei decenni più rivoluzionari della storia recente. Infatti, a partire dagli anni ’60 il furgoncino di origine tedesca cambia aspetto: categoricamente di seconda mano, la carrozzeria si dipinge di colori, disegni e scritte che inneggiavano alla pace e all’amore. Nasce così il simbolo di una generazione vivace e controcorrente, un binomio inscindibile che si imprimerà nell’immaginario del mondo intero.

Un classico che si reinventa continuamente

Il tempo scorre, ma il Bulli sembra non passare mai di moda: negli anni si seguono diversi modelli, di cui l’ultimo, il Multivan, è stato inaugurato nel 2017 in occasione dei suoi 70 anni. La grande svolta, come già accennato, avrà luogo nel 2022, ma Volkswagen non si fa scappare l’occasione di sfruttare l’attesa per risvegliare in tutti gli amanti del viaggio on the road la voglia di vivere nuove avventure.

Sul sito ufficiale è possibile infatti trovare qualche “assaggio” delle tecnologie e innovazioni apportate alla versione moderna e sostenibile dello storico van.

ID. Buzz di Volkswagen è un amico di famiglia. E il tuo compagno nella vita frenetica di tutti i giorni. Perché questo van elettrico offre semplicemente tutto ciò che ti semplifica la vita: comfort moderno, un design degli interni completamente nuovi e, presto, anche una modalità di marcia completamente automatizzata. Potrai trasformarti tu stesso da conducente in passeggero e sarai libero di fare ciò che più ti ispira.

Un connubio perfetto tra passato e presente che fa venire l’acquolina in bocca anche ai meno “avventurosi”. Il nuovo Bulli racchiude in sé l’importanza di inaugurare un nuovo modo di viaggiare, responsabile ed eco-sostenibile. Tale messaggio assume ancor più significato in questo periodo di post-quarantena, di “ritorno alla vita”, segnato dall’ambizione di migliorare le proprie abitudini e dalla necessità di essere più green.

di Alice Nardiotti

van volkswagen green

Ti è piaciuta questa Bella Notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come: Plastica Addio! Dal Veneto arriva la pellicola per cibi 100% naturale fatta di cera d’api
Oppure: In Italia la prima strada in grafene e plastica riciclata, duratura resistente e Made in Italy

Fonti e immagini: volkswagen.it

STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due + 13 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.