mascherine detenuti

I detenuti dei carceri di Bollate Rebibbia e Salerno produrranno 800mila mascherine al giorno grazie al progetto #Ricuciamo

il progetto è stato presentato pochi giorni fa nel carcere di Bollate (Milano) dove sono appena arrivate le prime due macchine per produrre mascherina,

#Ricuciamo nasce da una collaborazione tra il dipartimento dell’amministrazione penitenziaria del ministero della giustizia e il commissario straordinario per l’emergenza Covid e prevede di costruire dei veri poli industriali presso alcuni carceri che aderiscono all’iniziativa

inserendo macchinari tecnologicamente avanzati e dando lavoro a 320 detenuti, ogni macchinario arriverà poi nel pieno delle funzioni a produrre 100 mila mascherine al giorno, creando dei poli di produzione di eccellenza con certificazioni di qualità

i detenuti lavoreranno su 4 turni giornalieri con 10 tenuti per turno su ogni macchina, 6 addetti a al funzionamento del macchinario, due addetti alla ricezione e alla  preparazione del tessuto, due addetti all’impacchettamento e alla sanificazione delle mascherine,

Le macchine produrranno mascherine 24 ore su 24, per un totale di 80 persone impiegate in 4 turni di lavoro per le macchina installate in ogni struttura, due a Rebibbia, due a Palermo e quattro a Bollate.

i macchinari, una volta finita l’emergenza sanitaria potranno essere riconvertiti per altri tipi di produzioni

I detenuti saranno formati e abilitati all’utilizzo dei macchinari le mascherine prodotte andranno innanzitutto agli altri detenuti, alle carceri al personale carcerario e agli istituti di polizia penitenziaria,

l’eccedenza verrà utilizzata dal Commissario Straordinario per la distribuzione sul territorio nazionale

Ernesto Somma responsabile del Commissario per l’emergenza spiega:

“sono nati dei veri reparti industriali per una produzione efficiente di mascherine e quindi dalle tre carceri verrà fornito un contributo al nostro Paese”.

Una risposta concreta al bisogno di mascherine per chi quotidianamente vive e lavora nelle carceri che ha anche un importante ruolo di sviluppo sociale poichè i detenuti verranno formati e gli verrà insegnato un’impiego non sono la fare durante il periodo di reclusione, ricevendo un compenso,

ma che gli darà anche la possibilità di essere più preparati a livello lavorativo e di riqualificarsi una volta usciti dagli istituti di detenzione. Un bel progetto di inclusione e sviluppo professionale.

mascherine detenuti
mascherine detenuti

Fonti : IlGiorno.it

ti è piaciuta questa bella notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come : il-monaco-che-in-carcere-con-la-meditazione-insegna-ai-detenuti-a-riscoprire-se-stessi

oppure: dall’america-all’italia-le-mascherine-per-non-udenti-create-da-una-studentessa

, ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 + sette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.