emozioni turbolente

Pensieri e note in modalità MINDFULNESS

Possiamo proteggerci dal vento che agita la mente con la meditazione. Imparare a vedere le cose con chiarezza e scegliere un nuovo punto di vista. Il poster di uno yogi famoso negli Stati Uniti, con la barba bianca e la tunica, in equilibro su una tavola da surf, recita: Se non potete arginare le onde, imparate il surf (tratto da “Ovunque tu vada ci sei già” di Jon Kabat-Zinn.)

Guardiamo insieme alcuni modi per affrontare le emozioni turbolente, quelle che non possiamo cambiare. Imparando a radicarci nel corpo e osservando il nostro umore in maniera consapevole. Le emozioni sono parte del nostro essere umano e anche se non possiamo cambiarle, possiamo incontrarle con apertura, senza timore e senza rifuggirle.

Stare dentro alle difficoltà con un’attenzione vigile e consapevole ci permette di vivere con maggiore amore e gentilezza verso la vita. Maggiore empatia verso noi stessi e gli altri. Si forma una scala di valori e priorità molto chiara. Insomma non tutto il male viene per nuocere.

Vediamo cosa ne dice il filosofo Alain de Botton di “The School of Life”:

1. Accetta la tua vulnerabilità. La mente è mutevole e la sensibilità all’umore non è una vergogna, anche se non hai la pelle dura come vorresti, non devi sentirti sminuito dalle tue emozioni.

2. Scegli la tua vita sociale. Gli amici e i famigliari che ti sostengono, influenzano positivamente il tuo umore. Dove possibile, prendi distanza dagli incontri con persone che ti stressano.

3. Ringrazia il tuo corpo. Prenditi cura del tuo corpo che non è staccato dalla tua mente. L’acqua che bevi, la qualità del sonno, gli alimenti di cui ti nutri hanno una relazione importante con il tuo umore e i tuoi malanni.

4. Sii gentile con te stesso. Le tue emozioni di questo momento non definiscono la tua persona. Arrivano nel corso della giornata e passano. Permetti a te stesso che un’emozione arrivi e si manifesti. Sei un essere umano. Osservala e riconoscila consapevolmente. E se puoi, non coltivarla, non trattenerla. Semplicemente prendi atto che c’è.

5. Ricordati che passerà. Dalla felicità pervasiva alla disperazione totale, qualsiasi emozione prima o poi passa. Anche se non possiamo cambiarla a comando, non resterà per sempre. Invece di sfuggire le tue emozioni del momento, osservale con gentilezza e fiducia, potrebbero essere delle occasioni interessanti per aprire nuovi orizzonti.

emozioni turbolente
Emozioni turbolente – osserva lo spostamento dell’equilibrio

Tu pensati così:
terra che frana
se sopra ci passa
qualcuno.
Ogni radice nella terra
è un occhio che vuole
uscire a vedere qualcosa,
ogni fiore è una mano,
ogni abbraccio che hai avuto
è ferro e fiato
e pioggia che cade.
Sognalo l’amore
se vuoi che cresca,

ogni faccia sarà neve
e poi notte. Giura
che da domani
porti ad ogni faccia
devozione.
E pensa al prossimo bacio
come a una grande festa
che porta la terra

in gita al mare.

Franco Arminio – L’infinito senza farci caso

Marcella Manzini

www.etiqameditazione.onweb.it

, ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove + nove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.