medicina meditazione

Pensieri e note in tempi di isolamento in modalità Mindfulness

Il New England Journal of Medicine ha di recente pubblicato un articolo su un’interessante ricerca che dimostra cosa succede nel corpo umano durante la meditazione.

La meditazione – e le pratiche analoghe – infatti riducono il consumo di ossigeno, abbassano la pressione sanguigna e la frequenza del battito cardiaco. Dando origine a una cascata di effetti fisiologici a compensare quanto accade nel corpo di fronte a un evento stressante.

In tempi di saturazione di informazioni mediche a valanga dalle fonti di comunicazione, si apre uno spiraglio, un raggio di luce illumina qualcosa di riposante per la nostra mente che ora viene valutato anche dalla scienza medica.

Oggi molte persone nel contesto sociale laico sono interessate alle pratiche meditative di Yoga e Mindfulness che vengono percepite di beneficio per la salute fisica e mentale. Pratiche che erano prima viste come appannaggio esclusivo delle tradizioni religiose sono ora a disposizione anche della società laica occidentale.

Insieme a questo interesse di pubblico, emergono sempre più ricerche che descrivono i cambiamenti associati alla meditazione nei contesti di studi sul genoma e in neuroscienze. Sembra infatti che determinate aree del cervello vengano attivate dalle pratiche meditative e la risposta fisiologica porti alla diminuzione di fenomeni infiammatori provocati dal perdurare di situazioni di stress.

Non è necessario credere alla meditazione per trarne giovamento. Alcuni medici e specialisti dell’Ospedale dell’Università del Massachusets hanno rilevato dei benefici in pazienti che hanno seguito le pratiche meditative della Mindfulness. Anche se molti sono scettici all’inizio, gli viene proposto di osservare il livello di stress in relazione a sintomi fisici e all’eventuale riduzione degli stessi riscontrata con la pratica di meditazione. Ovvero quanto vantaggio possono ragionevolmente aspettarsi.

Non si puo’ svuotare la mente con la meditazione e la mente che vaga tutto il tempo è assolutamente normale. Tuttavia con una guida esperta e una pratica continuativa gran parte dei pazienti si sono sentiti meno stressati e hanno provato un senso di benessere, hanno visto i loro sintomi diminuire e alcuni hanno anche riscontrato un maggiore senso di connessione con gli altri e il mondo intorno.

medicina e meditazione complementari nelle cure

La Mindfulness non risolve tutti i problemi, ma può aiutare ad aprirci alla nostra vulnerabilità con uno sguardo più affettuoso. Grazie alla capacità di essere presenti senza manipolazione, lotta o giudizio su di sé. Con la pratica sviluppiamo una qualità nel percepire noi stessi, gli altri e la realtà intorno, semplicemente lavorando sull’osservazione dei fenomeni che accadono nel corpo, nel respiro e nei pensieri.

La nostra vita è qui, proprio adesso possiamo iniziare a prendercene cura. La nostra salute dipende anche da come impieghiamo le ore della nostra giornata. Iniziamo subito a fare una pausa. Proprio qui, proprio ora possiamo fermarci e ascoltare il corpo. Cosa ci sta dicendo? Ascoltiamo il respiro, com’è adesso il nostro inspiro e il nostro espiro? Sentire il nostro corpo. Possiamo nutrirlo con una mente attenta e scopriremo la sua gratitudine.

Le pratiche meditative influiscono su corpo e mente e possono divenire un importante complemento alle terapie per dolori fisici e disagi emotivi, in quanto attivano resilienza e benessere riducendo i sintomi e gli effetti psicologici dello stress.

Siamo fermi da settimane e lo saremo ancora per un pò. Mentre ci dedichiamo ad attività che avevamo rimandato da tempo, dopo aver fatto lavori di casa, letto, studiato e guardato film, possiamo anche rivolgerci al nostro essere più profondo, semplicemente facendo una pausa dal “fare”.

Affiniamo il nostro “sentire”, le sensazioni del corpo, il movimento del respiro nell’addome e nel torace. Sensazioni superficiali e profonde, fisiche ed emotive ci possono aprire a una nuova cura di noi stessi e del mondo. Una freschezza autentica per migliorare la nostra salute e ritrovare energia sana.

medicina meditazione
medicina e meditazione complementari nelle cure

Mi piace il verbo sentire…
Sentire il rumore del mare,
sentirne l’odore.
Sentire il suono della pioggia che ti bagna le labbra,
sentire una penna che traccia sentimenti su un foglio bianco.
Sentire l’odore di chi ami,
sentirne la voce
e sentirlo col cuore.
Sentire è il verbo delle emozioni,
ci si sdraia sulla schiena del mondo
e si sente…

poesia di ALDA MERINI

Marcella Manzini

www.etiqameditazione.onweb.it

, ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici − 7 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.