mascherine non udenti

Dalla creazione di una studentessa americana, le mascherine per le persone non udenti o ipoudenti

in questo periodo in cui in sempre più regioni italiane e in realtà in tutte le parti del mondo le mascherine stanno diventando fondamentali per potersi muovere e relazionarsi con altre persone,

le mascherine possono anche diventare problematiche per le persone con problemi uditivi o di comunicazione verbale, infatti per persone affetta da sordità o persone non udenti, le mascherine coprono la bocca impedendo una parte fondamentale della loro comunicazione, come leggere il labiale e le aspressioni facciali o muovere le labbra abbinandole al linguaggio dei segni,

così Ashley Lawrence una studentessa americana che vive nel Kentucky, durante questa emergenza sanitaria ha pensato alle persone che possono avere bisogno di mascherine speciali per continuare a comunicare e ha deciso di cucire insieme alla mamma mascherine speciali, che hanno una parte in plastica trasparente in corrispondenza della bocca.

sembra un’idea forse banale, ma in realtà può aiutare migliaia di persone con questo tipo di disabilità a continuare a comunicare in modo efficace con chi li circonda, pur rispettando tutte le normative per la sicurezza, uno strumento che può essere utile anche per comunicare o capire cosa dicono un medico o un farmacista.

La coppia madre figlia utilizzando una macchina da cucire trasforma lenzuola e plastica trasparente in dei dispositivi di protezione che permettono di guardare le labbra di chi ci è davanti,

poi spediscono gratuitamente le mascherine in tutti gli Stati Uniti a chiunque ne abbia bisogno e ne faccia richiesta. In meno di due giorni dalla diffusione social della sua idea, ha ricevuto decine di richiesta da ogni parte del mondo,

Ashley ha preso ispirazione da internet riadattato modelli trovati online e si è messa alla macchina da cucire per sopperire alla carenza di questo tipo di mascherine per le persone non udenti, sui social spiega:

«Mascherine di questo tipo esistono già, ma proprio come le normali protezioni anche queste sono diventate impossibili da trovare

Ho modificato il modello per essere adattato a coloro che leggono le labbra o che, durante la comunicazione con la lingua dei segni, si affidano alle espressioni facciali per comprendere significati e intenzioni»

Per continuare a realizzarle, essendo fatte gratuitamente, ha bisogno di materiale. Per cui ha aperto una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe per finanziare il progetto. che in pochi giorni ha raccolto 3000 euro,

Mentre in Italia pochi giorni fa è partita la richiesta da un istituto per persone non udenti di Messina, ora al vaglio del ministero dello Sviluppo Economico, di produrre dispositivi di protezione specifici per chi ha bisogno di leggere il movimento delle labbra

parallelamente alla richiesta ufficiale, da diverse parti della nostra penisola ci sono piccole attività locali, come la rosa dei venti a Macomer, in Sardegna, che si sono ingegnate, ispirandosi all’idea di Ashley hanno iniziato a realizzare questo tipo di mascherine per chi ne avesse necessità sul territorio italiano.

Un bel modo in un momento difficile di pensare alle necessità di tutti, anche le persone con disabilità!

mascherine non udenti
le mascherine non udenti prodotte da Ashley

ti è piaciuta questa bella notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come : imprenditore-regala-sedie-a-rotelle-elettriche-a-580-disabili-in-difficoltà

oppure :in-calabria-una-casa-famiglia-per-accogliere-i-disabili-alla-morte-dei-genitori

Fonti ed Immagini : Ashley Lawrence

, , ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 − 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.