tour virtuali

Oggi Petra, domani la Grande Muraglia, poi chissà. In tempo di quarantena i confini vengono chiusi, ma si continua a viaggiare con la mente grazie ai tour virtuali.

Basta davvero poco: una connessione internet, uno schermo e tanta voglia di esplorare.

Non appena i confini sono stati chiusi, migliaia di viaggi organizzati (e tanto attesi) sono andati in fumo e altrettante sono state le richieste di rimborso e di rimpatrio immediato.

Il settore del turismo, quel gigante che sembrava essere immortale, è stata una delle grandi vittime del virus e ora si trova in ginocchio, immobile e inerme, animato dalla sola speranza di potersi rialzare al più presto.

Così, mentre in tutto il mondo si diffonde l’hashtag #iorestoacasa, c’è chi non si rassegna e decide di trovare una soluzione per mantenere vivo il desiderio di esplorare e conoscere nuovi luoghi.

#Iorestoacasa, ma…

Enti e operatori turistici lanciano numerose iniziative che, grazie alla tecnologia, consentono alla popolazione globale di spostarsi rimanendo comodamente seduti sul divano di casa. Piattaforme di tour virtuali, contest letterari, dirette Instagram e Facebook sono solo alcune delle modalità proposte.

tour virtuali

Immergersi tra le strade e i grattaceli di Dubai, fare un pellegrinaggio in occasione di Pasqua nella Gerusalemme di 2000 anni fa, scoprire giorno per giorno un angolo nuovo della Terra Santa, fare una passeggiata “di lusso” sul lungomare del Principato di Monaco. Ma non solo.

Il giro del mondo in un click: qualche suggerimento

Tra le proposte si fanno spazio anche idee più innovative e divertenti, mirate a trasmettere un assaggio di tradizione e cultura, e a lasciare un po’ di acquolina in bocca.

La Giamaica, per esempio, decide di portare nelle case di tutti un po’ di ritmo reggae trasmettendo DJ set dal vivo sulla pagina Instagram VisitJamaica. Il Portogallo propone un video in cui fa mostra delle sue bellezze, lanciando un messaggio di speranza e positività, insieme all’hashtag #cantskiphope. L’ente per il turismo Catalano offre invece la possibilità di visitare la regione stilando 6 tour diversi, ognuno caratterizzato da paesaggi e specialità enogastronomiche uniche.

E se si vuole sognare un po’ più in grande, perché non scegliere una delle Sette Meraviglie del Mondo, come Petra, il Taj Mahal, la Grande Muraglia Cinese o il Macchu Picchu. Tra queste, non poteva mancare il Colosseo, prima tra le tappe del Gran Virtual Tour realizzato dal MiBACT. Le Gallerie degli Uffizi, Villa d’Este, Pompei, la Venaria Reale sono solo alcuni dei preziosi tesori d’Italia a cui il Ministero ha dato accesso.

Se invece preferite esplorare le città, sul sito italyart.it si possono scoprire decine di luoghi d’arte italiani tra chiese, piazze, fontane, musei e castelli.

Il Taj Mahal di Agra, annoverato fra le nuove meraviglie del mondo nel 2007.

Anche Google da il suo contributo con la pagina Arts & Culture, dove propone un’interessantissima galleria di attività. Tra queste spiccano i numerosi tour virtuali di grandi capitali, luoghi naturali, musei, siti archeologici, murales e molto altro ancora. Il tutto reso ancora più unico dalla risoluzione 3D del programma Street View.

Sicuramente l’esperienza online non potrà mai essere equiparabile a quella assicurata da un viaggio “in carne e ossa”, ma per ora sembra essere un ottimo palliativo per rendere la quarantena un po’ più piacevole, soprattutto per chi non riesce a stare mai fermo!

di Alice Nardiotti

Ti è piaciuta questa Buona Notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre buone notizie come : Se-non-posso-andare-fuori-posso-andare-dentro-di-me,

oppure: Da-nord-a-sud-dall’italia-e-dal-mondo-le-moltissime-iniziative-solidali-che-ci-uniscono-ai-tempi-del-coronavirus

, ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.