produzione mascherine

tre grandi brand italiani Armani Prada e Calzedonia convertono la loro produzione in mascherine e camici monouso di cui c’è sempre carenza

in questo momento in grande richiesta e necessità abbiamo sicuramente tutti sentito di quanto sia faticoso da parte del governo, delle regioni e degli ospedali riuscire a recuperare il numero necessario di mascherine, guanti, camici e di tutto il materiale fondamentale per la prevenzione dei contagi,

tanto da provare a farlo arrivare da altri stati ma essere sempre in mancanza di quanto necessario perchè personale medico, operatori sanitari e chiunque ne abbia bisogno possa operare in sicurezza,

per arginare queste costanti mancanze, tre importanti brand italiani hanno deciso di riconvertire alcune delle loro fabbriche proprio alla produzione di questi dispositivi di protezione

CALZEDONIA: è di pochi giorni fa l’annuncio del gruppo tessile veronese della riconversione di due fabbriche italiane, quelle di Gissi (Chieti) e Avio (Trento) e le fabbriche croate per la produzione di 10 mila mascherine e camici monouso al giorno, fin da subito, numeri che poi andranno ad aumentare nel corso delle settimane,

La decisione è stata promossa del presidente del gruppo Sandro Veronesi e ha reso necessario l’acquisto di materiali e macchinari speciali per la creazione di una linea semi-automatica e la riconversione delle cucitrici già presenti negli stabilimenti

La consegna delle mascherine prodotte dal gruppo tessile è iniziata con le prime 5.000 donate al comune e all’ospedale di Verona fatta il 23 Marzo.

ARMANI: Giorgio Armani è stato sin da subito uno dei personaggi famosi più attivo e generoso durante l’emergenza sanitaria in Italia, ha donato più di 2 milioni di euro in totale nelle passate settimane dividendo la cifra per ospedali ed enti che operano per contrastare la pandemia,

pochi giorni fa Armani ha anche pubblicato una sentita e commovente lettera su tutti i principali quotidiani italiani ringraziando tutto il personale medico ed sanitario impegnato a combattere questa emergenza,

“È commovente vedervi impegnati nel vostro lavoro con le difficoltà e i grandi sforzi che ormai tutto il mondo conosce. E soprattutto vedervi piangere. Tutta la Giorgio Armani è sensibile a questa realtà ed è vicina a tutti voi: dal barelliere all’infermiera, dai medici di base a tutti gli specialisti del settore. Vi sono personalmente vicino”

Inoltre da poco lo stilista ha annunciato tramite un comunicato stampa la conversione di tutti i propri stabilimenti produttivi italiani per la produzione di camici monouso destinati alla protezione degli operatori sanitari impegnati a combattere l’emergenza

PRADA: Dalla regione Toscana negli scorsi giorni è arriva una richiesta d’aiuto per reperire il materiale sanitario e Prada ha risposto positivamente, mettendo in atto la produzione di 80.000 camici e 110.000 mascherine monouso prodotte presso lo stabilimento Prada Montone (Perugia) l’unico rimasto aperto, le consegne alla regione avvengono giornalmente

un bellissimo modo da parte delle grandi aziende di dare un sostegno attivo e importante a chi ne ha bisogno!

i brand si riconvertono per la produzione di mascherine

ti è piaciuta questa bella notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come : da-nord-a-sud-dall’italia-e-dal-mondo-le-moltissime-iniziative-solidali-che-ci-uniscono-ai-tempi-del-coronavirus

oppure: Sameh-il-negoziante-che-a-bergamo-offre-frutta-e-verdura-gratis-per-chi-e-in-difficoltà

fonti : Calzedonia – Armani – Prada

, ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.