La corsa come mezzo per allontanare le donne e i bambini dalla violenza delle favelas, l'incredibile storia di Neide Santos che con il suo coraggio ...

La corsa come mezzo per allontanare le donne e i bambini dalla violenza delle favelas

Neide Santos, cresciuta nelle favelas di San Paolo, in Brasile, ne ha viste e superate tantissime nella vita, ha avuto un infanzia segnata da abusi di ogni genere, poi la morte del marito e di entrambi i suoi figli, uno ucciso dalla polizia per errore e un altro ucciso da un ragazzo di 14 anni nelle favelas,

una serie di difficoltà che metterebbero al tappeto chiunque, ma che a lei hanno dato una ragione di vita e uno scopo e che l’hanno portata ad unire la sua passione per la corsa con il desiderio, forse proprio per tutto il male che è capitato a lei,

di aiutare più persone possibili ad allontanarsi dalla violenza delle favelas e a non rimanere intrappolati nella criminalità, abusi, violenze e nella povertà e a cambiare vita

Neide decide che deve reagire al dolore e all’orrore che la vita le ha gettato addosso e che vuole dedicarsi agli altri in prima persona, attraverso la sua passione più grande, quella dell’atletica leggera,

Con tutto il coraggio e grinta che le sono rimasti inizia ad organizzare lezioni gratuite di atletica aperte a tutti e ad organizzare gare di corsa con l’obiettivo di poter dare una vita d’uscita a chi si sente in trappola e vuole cambiare,

Così nel 1999 fonda “Vida Corrida”, la vita di corsa, un progetto per allontanare le donne e i bambini dalla violenza delle favelas di San Paolo, che in vent’anni ha aiutato centinaia di persone ad sperare in un futuro diverso.

La corsa Neide l’ha scoperta a 12 anni, quando ha iniziato ad andare a scuola e quella cosa, così naturale e coinvolgente è riuscita a farle superare gli abusi sessuali e l’anoressia di cui si era ammalata, più in là negli anni le ha davvero salvato la vita quando la polizia ha ucciso per sbaglio suo marito scambiandolo per un malvivente.

Quel primo tragico incidente è stato il motore che l’ha spinta a chiedere alla donne della comunità di andare a correre con lei all’alba, prima di lavorare, un gruppo di donne, che via via diventa sempre più numeroso, che in nome della corsa si da forza e supporta a vicenda,

Neide inizia ad allenare sempre più donne del quartiere in cui vive, così nasce il suo progetto ‘Vida Corrida’ inizialmente aperto solo alle donne, che poi si modifica e apre le sue porte anche ai bambini quando purtroppo un altro tragico incidente avviene nella vita di Neide: il primo figlio Mark viene tragicamente ucciso da un ragazzino di 14anni,

il mondo di Neide le crolla addosso e sono proprio le donne che lei ogni giorno salva, che le corrono in supporto e le danno sostegno, le chiedono di iniziare ad allenare anche i loro figli, si viverli come i suoi, di aiutare anche loro ad allontanarsi dalla malavita prendendo strade diverse.

salvare più vite possibili diventa la scopo di vita di Neide, che nel suo progetto ci si butta anima e corpo, la sua idea inizia a far parlare di sè e ottiene l’opportunità di essere sponsorizzata da Nike e crescere sempre di più,

Neide ora ci mette tutto il suo coraggio e la sua passione e ci si dedica a tempo pieno, in cambio di tutte le tremende botte che le ha dato la vita, dedica la sua a salvare quella degli altri con tutta la sua tenacia e voglia di lottare!

Una donna, guerriera che ci da un incredibile esempio di resilienza!

La corsa come mezzo per allontanare le donne e i bambini dalla violenza delle favelas,
Neide usa la corsa per allontanare le donne e i bambini dalla violenza delle favelas

Fonti e photos: vidacorrida.org.br

ti è piaciuta questa bella notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come : infermiera-dona-una-parte-di-fegato-ad-un-suo-piccolo-paziente-per-salvargli-la-vita

oppure : kenya-porta-acqua-agli-animali-selvatici-per-salvarli

, ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.