Pubblicato il: 3 Luglio 2019

murales

Purificare l’aria attraverso la street art

Tra Padova e Abano Terme sono nati 20 murales che eliminano l’inquinamento

Dal 6 al 16 Giugno 2019 le città di Padova e di Abano Terme hanno ospitato la prima edizione di Super Walls – Festival Biennale della Street Art,

un’iniziativa molto interessante in grado di conciliare insieme arte e sostenibilità, in cui sono state presentate 20 opere d’arte outdoor, realizzate su palazzi abbandonati e in degrado, sia di strutture pubbliche che private, con un duplice scopo,

sia quello di abbellire più di 2000 mq di muri e spazi aperti, che unire all’arte anche un accorgimento in più nei confronti dell’ambiente, infatti tutti i murales sono stati fatti con delle speciali vernici ecologiche in grado di depurare l’aria neutralizzando lo smog,

All’iniziativa Super Wall hanno partecipato artisti italiani e francesi, e tutti gli street artists hanno avuto come obiettivo la riqualificazione del territorio urbano e suburbano mediante l’apporto culturale che la street art sta offrendo in tutto il mondo,

Gli artisti sono stati pronti per trasformare muri abbandonati e facciate decadenti in attrazioni turistiche che vogliono fare del bene all’ambiente.

Vi avevamo già parlato di un primo caso di murale antinquinamento appositamente dipinto a Roma : A Roma il murales mangia inquinamento più grande d’Europa

padova murales inquinamento
uno dei murales di Padova che assorbe l’inquinamento

e questi nuovi 20 dipinti seguono lo stesso principio, infatti tutte le vernici utilizzate sono di AirLite una tecnologia innovativa tutta italiana che permette, di depurare l’aria dall’88,8% degli agenti inquinati, tra cui ossidi di azoto e benzene, formaldeide, attraverso l’uso di uno speciale tipo di vernice che si attiva grazie alla luce.

Gli Street Artists che hanno preso parte al progetto sono stati: Axe, Alessio-b, Boogie, Gabriele Bonato, Joys, Made514, Oryon, Peeta, Roulè, Tony Gallo e Yama, oltre alla crew de “La Cremerie” di Rennes: Gloar, Fortunes, Mya e Hayku.

E l’iniziativa s’inserisce nel progetto di arte sostenibile di «Air is art» che vuole regalare alle città bellezza e aria pulita, infatti i 20 murales riescono ad eliminare lo smog e purificare l’aria come un grande bosco invisibile,

Inoltre la vernice Airlite è un invenzione così innovativa da essere stata citata anche dalle Nazioni Unite tra le prime quattro più rilevanti per fronteggiare l’inquinamento dell’aria.

Antonio Cianci l’amministratore delegato di Airlite racconta:

“Attraverso il nostro progetto Air is Art, con il quale intendiamo diffondere e valorizzare la cultura del rispetto dell’aria attraverso l’arte, abbiamo realizzato in giro per il mondo diverse singole opere dal forte valore simbolico.

Le venti opere di Super Walls rappresentano un passo in avanti, dal momento che sono concentrate in un’area urbana circoscritta e che avranno di conseguenza un impatto più tangibile sulla qualità dell’aria.”

E ogni murales realizzato è un piccolo depuratore d’aria: un bosco diffuso, senza alberi, che riossigena la città. Ad ogni metro quadro di pittura corrisponde un metro quadro di foresta. E con 12 metri quadrati in un giorno si elimina l’inquinamento prodotto da una automobile

 

padova murales inquinamento
uno dei murales di Padova che assorbe l’inquinamento

 

ti è piaciuto questa bella notizia? forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come : Taranto: l’artista che colora le strade e illumina le periferie

oppure : Fiumicino: sui muri appaiono i quadri al posto delle svastiche

Fonti: LaStampa.it

, , ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.