Pubblicato il: 3 Giugno 2019

marito moglie piantano alberi

Combattere contro la distruzione

Ecco la storia di marito e moglie che hanno piantato 2 milioni di alberi in 20 anni

Lui è Sebastian Salgado, un noto fotografo brasiliano, di fama internazionale, che ha vinto numerosi premi, lei è Lelia Deluiz Wanik Salgado, la sua consorte,

tutto parte quando Sebastian, negli anni 90, dopo un traumatico incarico lavorativo che lo aveva portato in Ruanda a documentare il genocidio e la guerra civile, ritorna a casa sua che si trova nella foresta pluviale brasiliana e fa una triste scoperta,

la sua famiglia, tutti commercianti in legname e altri commercianti senza scrupoli, avevano completamente distrutto la foresta in cui Sebastian aveva abitato, lasciando dietro di sé solo aree completamente sterili prive di alberi, di animali e di vita, solo lo 0,5% del territorio era rimasto popolato dagli alberi, il resto era diventato un macabro deserto

Devastato dalla scoperta della distruzione di una foresta per meri scopi economici, e incredulo nel vedere la scomparsa di ogni forma di vita, da quelle terre che Sebastian ricordava pieni di animali e piante, supportato dalla moglie, la prima dei due a spingere per portare avanti questa idea,

Sebastian e Lelia decidono che devono intervenire, che sono ancora in tempo per salvare quei territori, anche a costo di andare contro la propria famiglia e tutti interessi economici che ci sono dietro la deforestazione e il commercio di legname,

Decidono di ripopolare tutte quelle zone, e riportare gli alberi e con gli alberi la vita e gli animali che li popolano, da insetti agli uccelli ai mammiferi che hanno sempre vissuto in quelle zone prima che venissero distrutte,

marito moglie piantano alberi

Così proprio grazie alla spinta di Lelia, nel 2001 decidono di creare una fondazione Instituto Terra, che in 18 anni ha piantato più di 2.7 milioni di alberi, ricreando la foresta distrutta e riportando 293 specie di piante, e con loro, di conseguenza anche 172 specie di uccelli, 33 specie di mammiferi, 15 specie di rettili e 15 specie di anfibi che sono tornati a vivere tra gli alberi e i ruscelli che vi scorrono in mezzo,

dove prima c’era un assordante silenzio di morte, ora si sentono il ronzare degli insetti, il richiamo degli uccelli tra gli alberi, i versi delle scimmie che si cercano nella foresta

Insomma la ricostruzione di un intero ecosistema, partendo da zero, da un deserto, è un risultato incredibile, che ha richiesto tempo e sforzi e che non si ferma, stanno continuando infatti a piantare dove viene distrutto, e riportare vita in sempre più aree che per motivi economici sono state disboscate e trasformate in deserto,

L’idea di Sebastian e Lelia, e la loro capacità di essere efficaci e attivi verso quelli che sono i loro scopi ha ispirato molte altre persone nel mondo la loro Fondazione ha portato alla creazione di altre associazioni simili, che vogliono concretamente riportare la natura e riforestare là dove tutto è stato distrutto,

Sebastian e Lelia sono il bell’esempio di come anche solo una persona (in questo caso una coppia) possa essere l’autrice di un grandissimo cambiamento nella nostra società e sul nostro pianeta, e che nulla è impossibile, quando ci si impegna e ci si crede davvero!

Complimenti a loro, sperando che il loro esempio possa ispirare tantissime altre persone!

 

marito moglie piantano alberi
alcune delle specie tornate a vivere tra gli alberi piantati da marito e moglie Salgado

 

Ecco il sito internet dell’associazione : InstitutoTerra.org

 

Ti è piaciuta questa Bella Notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come : 11Mila alberi contro cemento ed inquinamento: La sfida vinta di una famiglia di Parma

oppure : Maria Immacolata che da 20 anni a Bari fa fiorire le aiuole regalando del bello a tutti

, ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.