Pubblicato il: 26 Aprile 2019

distributore automatico libri

Un distributore di cultura

Ecco cosa è apparso in una scuola americana ad Umatilla in Florida,

Niente bibite zuccherate, patatine o merendine ad alto contenuto calorico, ma al loro posto, coloratissimi libri per bambini,

La macchina è parte di un progetto più generale che riguarda tutta la Florida, incentrato sull’incremento dell’alfabetizzazione dello stato,

così ha fatto il suo ingresso nella scuola, con tanto di presentazione ufficiale con fiocco e canti e balli prima della messa in funzione ufficiale

Anche in Italia, a Bergamo un’installazione simile aveva riscosso grande successo tra gli adulti e ve ne avevamo parlato qui  Bergamo: Arriva il Distributore di Cultura, opere d’arte e libri al posto delle merendine

e con lo stesso entusiasmo oltre oceano, tra i bambini di una scuola elementare, è stato accolto questo nuovo distributore di cultura, in cui i bambini con un gettone possono scegliere una selezione di coloratissime avventure adatte a loro, scelte dalle maestre che hanno proposto l’iniziativa

Dianne Dwyer, la preside della scuola elementare racconta :

“I bambini erano così felici ed entusiasti, cercavano di comprare dei libri prima ancora che avessimo svelato il distributore. Qualsiasi progetto incoraggi la lettura è sempre una vittoria”

distributore automatico libri

Come funziona il distributore? Nessun bambino deve pagare per ricevere i libri, ma semplicemente, comportarsi bene a scuola, essere gentile con i compagni e fare i propri compiti, così può ricevere un gettone delle insegnanti, con il gettone andare dalla bibliotecaria che converte il gettone in 50 centesimi di dollaro, necessari per mettere in funzione la macchinetta automatica e scegliere il volume che più si preferisce

L’idea nasce da Susan Caldwell, responsabile della biblioteca, che visto online un post di una iniziativa simile messa in atto da una scuola a New York, ha pensato potesse essere un modo efficace per creare interesse ed eccitazione intorno alla lettura e collezioniamo libri.

Quelli del distributore, a differenza di quelli della biblioteca, vengono chiamati i “libri per sempre” perché sono un regalo per i bambini e la scuola vuole che li portino a casa, li leggano con gli amici, li condividano con la famiglia. Sono libri gratuiti da tenere con sé

Anche i genitori degli studenti sono stati coinvolti attivamente, infatti molti dei volumi sono stati donati proprio dalle famiglie, mentre il resto è stato dalla scuola. L’intenzione, visto l’entusiasmo intorno alla macchinetta che distribuisce cultura è quello di mantenerla fissa nella scuola e collaborare con delle case editrici e con le imprese locali per ottenere sempre più libri per i ragazzi.

Un nuovo modo, fresco e giovane, per spronare i ragazzi a leggere e ad appassionarsi alla cultura! Ottima idea!

 

Ti è piaciuta questa bella notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostro Buone Notizie come : Antonio l’insegnante in pensione che porta i libri nei paesi in cui non si legge più

Bari: lo studio del pediatra diventa una biblioteca dove legge ai bimbi i grandi classici

 

Fonti : GoodMorningAmerica

, , , ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + dieci =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.