Pubblicato il: 5 Aprile 2019

università stop plastica

un’iniziativa a protezione dell’ambiente

In un momento in cui l’emergenza dell’inquinamento dei mari è di massima attualità

così è arrivata l’intesa del rettori per eliminare il più possibile l’uso di plastica usa e getta attraverso l’introduzione di borracce per gli studenti e molto altro…

Durante la conferenza dei rettori, Crui, qualche settimana fa, i responsabili degli atenei hanno siglato un protocollo d’intesa con Conisma, il Consorzio nazionale interuniversitario per le scienze del mare e con Marevivo per sensibilizzare alla tutela dell’ambiente e hanno aderito alla campagna #StopSingleUsePlastic.

tra i punti principali dell’intesa volta a ridurre la plastica nelle università, ci sono per esempio la fornitura di borracce di metallo agli studenti, per evitare il consumo di bottigliette, e il conseguente inserimento o aumento degli erogatori d’acqua potabile, dove poter riempire le borracce, la diffusione di macchine del caffè con l’opzione senza bicchieri per incentivare l’uso di tazze personali,in più bonus nelle gare d’appalto per quei servizi di ristorazione che non usano plastica monouso

L’accordo riflette le posizioni del Parlamento europeo e la proposta legislativa Europea per la plastica che vieterà a partire dal 2021 la vendita di moltissimi articoli in plastica monouso.

università stop plastica

Sauro Longhi il rettore dell’università politecnica delle Marche spiega:

«Le università sono molto attente agli aspetti legati alla sostenibilità i tempi sono ormai maturi, e tutti i progetti che facciamo devono rispondere ai criteri di ecologia e sostenibilità»

IL BELL’ESEMPIO DELLA BICOCCA

E’ importate sottolineare che alcune università sono più virtuose e da tempo hanno iniziato a portarsi avanti per la riduzione della plastica,

per esempio l’Università Bicocca di Milano dal 2016 ha installato erogatori di acqua liscia e gasata, dotati di filtri a carboni attivi e lampade uv per garantirne la sterilità, sottoposti a controlli mensili, gli erogatori sono 20, posizionati in tutta i padiglioni dell’università

ha poi distribuito 12.000 borracce a dipendenti e studenti per incentivarne l’utilizzo e ridurre l’uso di plastica monouso, i risultati ci sono e sono importanti, circa 400 mila litri d’acqua utilizzati che corrispondono a un risparmio ipotetico di circa 250 mila bottigliette di plastica da mezzo litro.

Allo stesso modo, anche altre atenei hanno seguito l’esempio della Bicocca introducendo punti acqua e borracce, il Politecnico sia a Torino che a Milano, e l’università di Bologna

università stop plastica

 

ti è piaciuta questa bella notizia? forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre buone notizie come : Eccellenze italiane: La Sapienza, PoliMi e Bocconi tra le migliori 10 università al mondo

oppure : Puglia prima regione italiana a vietare la plastica monouso su tutte le sue spiagge

 

Fonti: ilfattoalimentare.it

, , ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.