Pubblicato il: 28 Gennaio 2019

pediatra legge ai bambini

Cosa succede quando si incontrano la passione per i bambini e per la medicina, con quella della lettura e della letteratura classica?

Ecco la bella storia di Rocco Saldutti, un pediatra di Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari, che mosso dalla sua grande passione per la letteratura

ha deciso di organizzare nel suo studio e con i suoi piccoli pazienti degli incontri di letteratura due volte a settimana e secondo le fasce d’età, negli incontri si legge insieme Dante, William Shakespeare e altri grandi classici, confrontandosi e analizzandoli poi tutti insieme,

Si leggono testi pensati per l’infanzia, versione riadattate dei classici che possano essere facilmente comprensibili ai bambini e se ne discute insieme, è un momento per allontanarsi dalla televisione e dai computer e tornare in contatto con libri e storie…

il Dottor Saldutti racconta a Repubblica:

“Abbiamo letto l’Inferno di Dante, ora stiamo lavorando sul Racconto d’inverno di William Shakespeare, dopo Sogno di una notte di mezz’estate. L’idea è partita dalla mia passione per la letteratura, ma mi aiuta anche a capire eventuali problemi nei bambini

Così lo studio, finite le visite diventa una sala lettura in cui avventurarsi insieme nelle appassionanti storie della letteratura classica, ogni storia, ovviamente semplificata e adatta alla loro età racconta ed insegna qualcosa, per esempio Shakespeare, è un buona base di partenza per parlare delle emozioni e della gelosia… e di temi di cui a volte è difficile parlare…

mentre il pediatra racconta che inizialmente non tutti i genitori erano d’accordo, soprattutto perchè sentivano che gli appuntamenti erano troppi tardi la sera, dalle 19 alle 20, quando probabilmente anche i genitori avrebbero preferito stare a casa a riposare,

ma il dottore ha mostrato ai genitori come in pratica, tutto quello che devono fare è scegliere di far passare i bambini un ora in meno davanti alla televisione, per un incontro estremamente più positivo e utile, nello studio/sala lettura si muovono i primi passi per avventurarsi nella vita

pediatra legge ai bambini
Rocco Saldutti durante un incontro di lettura

e anche i genitori che si erano dimostrati più restii a portare i bambini fuori casa di sera, ora sono i primi ad animare una nuova associazione culturale, nata proprio grazie all’iniziativa delle serate di lettura del dottore,

la nuova associazione si chiama “il circolo del grillo parlante” e i genitori sono tutti molto attivi e l’esperimento funziona bene, di solito è il pediatra a leggere per tutti ma ci sono una quindicina di genitori adesso che se ne occupano, si organizzano incontri di lettura e per socializzare e a volte sono proprio i bambini più grandi a leggere le storie ai bambini più piccoli e tutti si divertono.

Il circolo del grillo parlante organizza le sue riunioni tramite facebook, ha creato una piccola biblioteca di 400 libri per bambini, e ogni volta che si organizza un evento di lettura le richieste di partecipazione ormai fioccano… “mio figlio sarà presente” , ” anche il mio bambino e porterà un amico”

Bellissimi risultati per un idea nata dalla passione per i libri di un pediatra che ha pensato di unire l’amore per i bambini al bene che può fare la cultura a tutte le età, inoltre il medico racconta:

“Fare incontri di lettura non lo vedo del tutto slegato dalla mia professione, magari possono aiutarmi a capire se qualche bambino ha deficit oppure se ci sono problemi di socialità”

Ogni bambino, e ogni fascia d’età hanno capacità d’attenzione, comprensione e passione diverse, per questo ci sono 3 gruppi in cui i bambini possono partecipare e socializzare con i loro coetanei proprio in base alla loro età, un primo gruppo è con i bambini più piccoli, quelli da 3 a 5 anni, in un secondo gruppo partecipano i bambini da 5 a 7 anni ed infine c’è il gruppo dei più grandi che va dagli 8 ai 13 anni.

i bisogni dei bambini sono diversi e con i libri e la letteratura si può preparare i bambini anche ad affrontare il mondo, li si può aiutare a formarsi uno spirito critico che poi sarà fondamentale sia per il successo scolastico che per la costruzione del loro futuro

Ovviamente un imperativo categorico vige per bambini ed adulti, vietato l’uso del cellulare durante le riunioni di lettura… per non distrarsi restare focalizzati sul momento presente.
Obbligo che vale per i bambini e soprattutto per i loro genitori!

pediatra legge ai bambini

 

Ti è piaciuta questa bella notizia? forse potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come : Antonio l insegnante in pensione che porta i libri nei paesi in cui non si legge più

oppure : A Bologna la libreria dei Libri Gratis: Non si vendono ma scambiano o regalano

 

Fonti: repubblica.it

, , , ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici + 7 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.