Pubblicato il: 4 Ottobre 2018

sclerosi multipla nuovo farmaco

“E’ una vera rivoluzione copernicana questo è un giorno che resterà nella storia del trattamento della sclerosi multipla”

Ecco com’è stato commentato da Giancarlo Comi, direttore del Dipartimento di Neurologia e dell’Istituto di Neurologia Sperimentale, Università “Vita-Salute San Raffaele”di Milano

In Italia sono circa 118mila le persone affette da sclerosi multipla e ogni anno si registrano 3.400 nuove diagnosi. Colpisce soprattutto giovani tra i 20 e i 40 anni e le donne vengono colpite il doppio degli uomini,

numeri che spaventano quelli della Sclerosi Multipla, che  malattia neurologica che colpisce il sistema nervoso e può produrre disabilità anche grave

sclerosi multipla nuovo farmaco

Per fortuna, oggi c’è una bella notizia per i malati si SM

E’ stato approvato anche in Italia l’utilizzo dell’ocrelizumab per la forma più aggressiva di questa patologia, per cui fino ad ora in Italia non erano in commercio ed a disposizione farmaci efficaci,

Ocrelizumab, la prima molecola approvata da Aifa sia per la sclerosi multipla recidivante (Smr) sia per la forma primariamente progressiva (Smpp)

Giancalo Comi, oltre ad averlo definito come un momento storico per il trattamento di questa malattia, aggiunge:

“Abbiamo acquisito due vantaggi: per la prima volta abbiamo uno strumento per affrontare precocemente la forma di malattia che è acuta fin da subito per la quale non avevamo nulla”

“Il secondo vantaggio è quello di avere a disposizione uno strumento che ha un ottimo profilo di efficacia e di sicurezza che può essere usato anche nella forma di malattia più diffusa”

Dopo il via libera dell’Agenzia del europea del Farmaco, Ocrelizumab è stato approvato in soli 9 mesi dall’Agenzia Italiana del Farmaco, un tempo relativamente breve, e ora la palla passa alle singole regioni che dovranno metterlo a disposizione dei medici

Francesco Patti, associato di Neurologia all’Università di Catania, responsabile del Gruppo di Studio Sclerosi Multipla della Società Italiana di Neurologia (SIN) ha dichiarato

“La sostenibilità di ocrelizumab è il frutto di un percorso condiviso da tutti per rendere immediatamente utilizzabile da tutte le persone con sclerosi multipla una terapia che determina benefici concreti”

Ora tutti i neurologi si augurano che possa essere garantito in tutte le regioni il diritto dei pazienti ad avere accesso fin da subito al farmaco, e che non si creino differenze nella distribuzione e reperibilità nelle diverse zona d’Italia,

sclerosi multipla nuovo farmaco

 

COME FUNZIONA

Ocrelizumab colpisce in maniera selettiva alcune cellule del sistema immunitario, (i linfociti B che esprimono il recettore CD20) che nelle persone con Sm è mal regolato e aggredisce la mielina, la sostanza che copre i ponti di collegamento fra i neuroni, gli assoni.

Un meccanismo unico, che differenzia questo farmaco dagli altri che abbiamo a disposizione, che lo rende efficace e sicuro, e capace di rallentare la progressione della malattia e ridurre le recidive

essendo un farmaco estremamente sicuro si può utilizzare fino dalle fasi precoci della malattia ed ha una grande semplicità di impiego:

Secondo i neurologi, i medici, le associazioni di pazienti si tratta di un passo avanti straordinario nell’aiutare il controllo e la progressione della malattia in modo più semplice ed efficace anche per quelle tipologie di Sclerosi Multipla per cui fino ad oggi non c’erano cure efficaci.

 

Fonti: Tgcom24

Ti è piaciuta questa Bella Notizia? allora forse potrebbero interessarti le altre nostre Buone Notizie come : Ricercatori italiani creano una cellula in grado di curare la Leucemia

oppure : Chat Yoursel arriva in Italia l’assistente virtuale che aiuta chi soffre di Alzheimer

, , ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.