california cosmetici animali

Il governatore della California, Jerry Brown, ha firmato Venerdì scorso un disegno di legge volto a vietare la vendita di cosmetici testati su animali.

il “California Cruelty-Free Cosmetics Act” , proposto dal senatore democratico Cathleen Galgiani, proibisce ai produttori di  acquistare, importare per profitto e vendere qualsiasi prodotto cosmetico che è stato sviluppato o prodotto utilizzando dei test su animali,

Se i test sugli animali si sono verificati dopo l’entrata in vigore della legge, ovvero 1 Gennaio 2020, non essendo una legge retroattiva, si potranno vendere prodotti “vecchi” ma non si potranno più importare e vendere prodotti testati sugli animali da dopo che la legge sarà resa operativa ed entrata in vigore.

Le violazioni saranno punibili con una multa di $ 5.000, oltre a $ 1.000 aggiuntivi per ogni giorno in cui la violazione continua.

I test sugli animali utilizzati nell’industria cosmetica comprendono spesso esperimenti irritanti sulla pelle e sugli occhi, nonché valutazioni della tossicità che comportano l’esposizione di animali a sostanze letali, a volte con alimentazione forzata o inalazione.

Gli animali più comunemente usati sono topi, ratti, conigli e porcellini d’India. La grande maggioranza viene uccisa quando il test è completo.

Misure simili alla nuova legge della California esistono già in Inghilterra, India, Israele e Norvegia, mentre l’Unione Europea ne ha proposto l’eliminazione entro il 2023.

L’Humane Cosmetics Act, un disegno di legge volto a eliminare gradualmente i cosmetici testati sugli animali, è stato presentato al Congresso degli Stati Uniti lo scorso anno ma non era stato approvato, per questo motivo la legge approvata da pochi giorni in California la rende prima nel suo genere in tutti gli USA.

il presidente dell’organizzazione Animal Defenders International (ADI) Jan Creamer, dichiarando:

“Siamo entusiasti di vedere la California prendere il comando e mettere fuori legge l’importazione e la vendita di cosmetici testati sugli animali.

Altri stati degli Stati Uniti ora devono seguire l’esempio e rendere questi test obsoleti e non necessari un ricordo del passato. Non ci sono scuse per continuare a sperimentare animali dolorosi “

La Humane Society è stata infatti coinvolta nel progetto del disegno di legge, che è stato guidato dal Comitato di speicialisti per la medicina responsabile e la compassione sociale in legislazione, dopo essere stata approvata dal Senato della California.

california test animali

La misura però ha al momento alcune significative falle nella sua messa in pratica , che preoccupano gli animalisti,  la più grande è legata alle leggi dei mercati esteri in cui i prodotti cosmetici possono per esempio essere importati,

Un esempio concreto è che nel mercato cinese, lo stato richiede come obbligo per l’importazione di cosmetici, che siano stati testati sugli animali, quindi le aziende che importano prodotti in Cina, quasi certamente continuerebbero a pagare per i test sugli animali per i prodotti da esportazione.

Diversi punti sono ancora da chiarire a livello di come sarà la reale applicazione ma in ogni caso gli animalisti e i sostenitori sperano che la legge della California incoraggi le aziende a combattere per dei cambiamenti internazionali.

Le aziende in genere non vogliono pagare un test sugli animali per vendere prodotti in Cina e poi un test alternativo non sugli animali per vendere lo stesso prodotto in California, India o molti paesi dell’UE.

Secondo il Los Angeles Times anche la Cina si sta lentamente allontanando dai test sugli animali, e alcuni sostenitori del disegno di legge sono ottimisti sul fatto che la legge cinese cambierà nei prossimi anni

Nonostante i suoi limiti, la legge californiana rappresenta un passo importante per gli oppositori dei test sugli animali negli Stati Uniti, i quali ritengono che sia un chiaro segnale che l’industria della bellezza si sta muovendo e allontanando e continuerà sempre di più ad allontanarsi dalla sperimentazione e dai test sugli animali.

“Speriamo che la California sia solo l’inizio della risoluzione di questo problema”,

conclude Vicki Katrinak, mentre le Peta e le altre associazioni animaliste oggi festeggiano

 

fonti: Huffingtonpost.com

ti è piaciuta questa bella notizia? forse allora potrebbero interessarti le altre nostre buone notizie! come : La London Fashion Week è la prima settimana della moda a bandire le pellicce animali

oppure San Francisco vieta la vendita di pellicce

, , , ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.