Pubblicato il: 30 Maggio 2018

orto bambini ospedale

Sono sempre maggiori le evidenze di come occuparsi di piante e fiori,  faccia bene ad adulti e bambini, per tantissime ragioni:

regala momenti di calma e serenità, e dona la possibilità di occuparsi e prendersi cura di degli esseri viventi, svagando la mente ed entrando in contatto con la natura.

 

IL PROGETTO

Questo è il motivo per cui è iniziato proprio questo lunedì, un bellissimo progetto all’ospedale pediatrico Salesi di Ancora con la collaborazione di Slow Food Ancona, e partito come prova, che punta a diventare permanente.

orto bambini ospedaleDa questa settimana infatti, i ragazzi ricoverati, potranno dedicarsi alla cura di un piccolo orto su ruote, con erbe aromatiche, e piccole piantine, tra cui anche le fragole.

Che sarà curato dai bambini con il trapianto delle piantine l’innaffiatura, e che, viaggiando su ruote, si potrà spostare da una stanza all’altra per raggiungere proprio tutti i piccoli pazienti, offrendo oltre che la cura della piante

anche dei laboratori sensoriali e di educazioni alimentare sulle piante i profumi, gli utilizzi, la buona e sana alimentazione

Ai giovani pazienti viene affidata una piantina che adotteranno e che dovranno accudire durante il periodo della loro degenza.

I bambini annoteranno ogni intervento eseguito sulle piantine, in un cartellone che verrà costantemente aggiornato e che, al momento della dimissione, verrà lasciato in consegna insieme alle piantine ai nuovi ospiti del reparto.

BENEFICI

orto bambini ospedaleL’orto in corsia verrà usato come altri progetti di co-terapia per creare un ambiente stimolante per i bambini che li invogli a prendersi cura di qualcosa, di un essere vivente, e sentirsi loro stessi attivi donatori di cure, e responsabili.

e non solo subendo le cure su loro stessi, così che possano maturare un’esperienza legata alla cura, alla responsabilità e alla vita.

oltre che un occasione per apprendere giocando e con curiosità, infatti l’agronomo Ugo Pazzi,  ha già coinvolto i bambini  in una prima lezione incentrata su come riconoscere le piante con l’olfatto e come seminare.

le attività e le “lezioni” coinvolgono anche i genitori dei bambini, sperando di riuscire a portare avanti il lavoro di avvicinamento alla terra e alla natura, anche una volta che i giovani pazienti fanno ritorno a casa.

Secondo Paola Cingolani coordinatrice giocoterapeuta

“prendendosi cura delle piantine, i piccoli si prendono cura anche di se stessi”
capendo che c’è sempre un modo per andare oltre ogni ostacolo anche nella malattia.

Mentre Paride Palumbo, dirigente medico di Pediatria conferma:

“Queste iniziative sono efficaci come delle medicine aiutano la guarigione del bambino”

L’orto in corsia (come la clown therapy e la pet therapy) rappresenta un passo avanti nella direzione di una maggiore umanizzazione dell’ospedale, per fare provare emozioni positive ai pazienti e portarli verso una pronta guarigione.

Per quanto riguarda i benefici del contatto della natura e la presenza del verde in città, qui abbiamo parlato di uno degli studi più recenti il Verde in città fa bene: meno Criminalità e più Fiducia: Nuovo studio

 

fonti video :youtube Tv Centro Marche – immagini: centropagina.it

 

Ti è piaciuta questa bella notizia? forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre buone notizie : L’ospedale delle piante di Gianni il barista padovano che le accoglie e cura gratis

oppure Operaio malato di Leucemia, i colleghi gli regalano 1000 ore di ferie per curarsi

 

, , , ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + 20 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.