Pubblicato il: 2 Febbraio 2018

amore tra infermiera e paziente

Pisa, 30 gennaio 2018 finisce con un matrimonio la bella storia dei neo sposi Giacomo e Cinzia iniziata 5 anni fa tra le corsie di un ospedale.


Lei infermiera del reparto di dialisi dell’ospedale di Pisa, e lui segretario e responsabile amministrativo della comunità ebraica della città che si trova li perchè è all’inizio delle cure per una insufficienza renale.

Tre volte alla settimana si vedono e si parlano tra macchinari e farmaci. Così con il passare del tempo si conoscono e si innamorano.

Da innamorati la scoperta della compatibilità al 99% come donatore di Cinzia, che decide quindi di donare un rene al suo amato.

Hanno sopportato insieme la sofferenza e trovato in queste l’amore, dall’ospedale fino al matrimonio.

Cinzia dei loro primi incontri racconta al quotidiano La Nazione:

amore tra infermiera e paziente
Gli sposi, al centro Giacomo e Cinzia durante la cerimonia in comune credits: la nazione

“Ricordo il primo giorno che l’ho visto. Percepii subito la sua ansia, preoccupazione, i dubbi. Ci davamo del lei, io ero quella che doveva bucarlo, ricordo di aver pensato ‘speriamo che vada tutto bene per questa persona’…Per molto tempo siamo stati attenti a non far vedere il sentimento che ci univa. Io infermiera e lui paziente” 

Le difficoltà per questa coppia non mancano, infatti lui un anno dopo il trapianto infatti Giacomo ha subito una crisi di rigetto ed al momento è di nuovo in dialisi in attesa di un nuovo trapianto.

Ma questa volta affronterà la sofferenza, con accanto la donna della sua vita e da pochi giorni, moglie.

fonti: lanazione.it

amore tra infermiera e paziente – notizie positive – buone notizie – belle notizie – amore tra infermiera e paziente

,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :
Latest Posts from Positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici + sette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.