Pubblicato il: 5 Dic 2018

lazio cani e gatti in ospedale

Anche nel Lazio, finalmente cani, gatti e conigli possono diventare a tutti gli effetti visitatori dei pazienti

Dopo Emilia Romagna, Toscana e Umbria, e Lombardia anche la Regione Lazio con un decreto ha stabilito che gli animali domestici possono andare a trovare i proprietari in ospedale

Un passo importante, alla luce di quanto il contatto con i propri animali da compagnia, sia esso stesso in grado di portare serenità, gioia e alleggerire il peso dell’ospedalizzazione per i pazienti

il decreto è di fine Novembre e ha stabilito che gli animali possono andare a trovare i propri padroni in ospedale, l’ingresso deve essere richiesto dal malato o da un suo familiare e autorizzato dalla direzione sanitaria.

Il decreto avrà valore sia per le strutture pubbliche che per le private accreditate, starà alle direzioni sanitarie l’individuazione di aree appositamente dedicate in cui è autorizzato l’ingresso degli animali quindi aree esterne o giardini, sale apposite o d’aspetto, corridoi o terrazze (indicando espressamente le aree interdette all’accesso degli animali)

ed individuare ed indicare gli orari di visita predisponendo mappe e piantine segnaletiche per agevolare l’incontro tra gli animali e i loro proprietari, infine la Direzione sanitaria delle strutture individuerà un ‘team di operatori esperti’ che sarà formato per permettere il corretto svolgimento e gestione della visita.

lazio cani e gatti in ospedale

Il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti ha spinto molto per arrivare all’approvazione del decreto «4 Zampe con te», lo schema di regolamento e le linee guida di indirizzo appena approvate dal commissario ad acta recepiscono la disciplina nazionale

Zingaretti commenta:

« Ogni iniziativa che possa aiutare i pazienti per noi è di fondamentale importanza. Nel momento della malattia avere al fianco anche i nostri amici è un fattore dalle ricadute positive nel processo di cura e riabilitazione»

Per precauzione e rispetto delle regole sanitarie, agli animali domestici sarà richiesto il certificato sanitario di buona salute rilasciato la settimana precedente. Obbligatorio che l’animale sia pulito e per non disturbare gli altri pazienti o creare confusione, sarà ammesso un animali per volta,

Altri linee guida prevedono per i cani, guinzaglio di lunghezza non superiore a 1,5 metri e museruola da indossare all’occorrenza, sconsigliato l’ingresso delle grosse taglie quando piove per immaginabili problemi legati alla pulizia

Mentre Gatti e conigli vanno tenuti nel trasportino fino al momento della visita, e poi per evitare pericolo di fuga, si suggerisce di tenerli in braccio

Nelle premesse le linee guida di indirizzo viene ribadita l’importanza del ruolo degli animali domestici delle persone ricoverate: «Svolgono un ruolo importante nel recupero emotivo dei pazienti. È dimostrato che la loro presenza contribuisce a ridurre gli stati ansiosi, trasmette affetto, aiuta a superare stati di stress e depressione. È una forma di aiuto ben diversa dalla pet therapy, vera e propria terapia con cani, gatti, cavalli, asini o conigli addestrati, non di proprietà del paziente».

Il primo ospedale dove il servizio ‘4 Zampe con te’ sarà attivato è il nuovo ospedale dei Castelli romani che aprirà i battenti a fine anno e dove è stata individuata un’area ad hoc per permettere la visita dei nostri amici a quattro zampe.

Molto contento del decreto è anche l’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato :

“La sanità è anche questo, umanizzazione degli ospedali. Abbiamo svolto un grande lavoro organizzativo per far decollare il servizio fino a poco tempo fa irrealizzabile”

lazio cani e gatti in ospedale

Fonti: Romatoday.it

ti è piaciuta questa Bella Notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche altre nostre Buone Notizie come : All’ospedale Niguarda arriva la Cinema-terapia con una sala tutta dedicata ai pazienti

oppure: Nasce l’Orto in Corsia; curato dai piccoli pazienti di pediatria per aiutarli a guarire

, , ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.