Pubblicato il: 9 Ott 2018

pittore dislessia

Samuele Gamba ha 20 anni e alle spalle una storia fatta di insulti, di prese in giro, fatta di “lascia perdere” e “non ce la farai”

da cui però non si è lasciato sconfiggere e ha trovato la forza per riemergere ed esprimere se stesso nella sua arte

A Samuele a 6 anni viene riconosciuta una grave forma di dislessia, un disturbo specifico dell’apprendimento (DSA) che rende difficoltoso leggere, scrivere e calcolare in modo corretto.

Per lui era difficile anche parlare correttamente, numeri parole lettere, si confondevano e scambiavano nella sua mente.

Da qui, purtroppo come succede a tanti, le prese in giro a scuola, da parte di alcuni compagni

“Mi dicevano che non ero dislessico ma ritardato. Me lo ricordo ancora”

Una sola grande passione, la storia dell’arte, ma anche da parte dei suoi insegnanti non riceve incoraggiamento, secondo loro i “licei” gli sono preclusi, non ce la potrebbe mai fare a frequentare il liceo artistico che tanto sogna, troppo difficile. Deve invece imparare una mestiere e trovare un lavoro, per cui lo indirizzano verso una scuola professionale

“Volevo fare il liceo artistico ma alle medie mi dissero che non ce l’avrei mai fatta. Mi lasciai convincere e mi iscrissi a un corso per diventare aiuto cuoco.”

Lo svilimento di sentirsi diverso, di non essere come gli altri e di non sentirsi all’altezza portano lo stesso Samuele ha non credere in se stesso, anche se così giovane, convincersi di essere sbagliato e di essere stupido, tanto che per anni si presenta agli altri così: «Sono dislessico e sono scemo»

Ma quando la passione brucia dentro, c’è poco da fare, non si può fermare…

pittore dislessia
di Samuele Gamba

Mentre studia per diventare aiuto cuoco, compra libri d’arte, studia da solo i suoi pittori preferiti e molti artisti del passato e del presente.

Dà ascolto a quella passione e inizia pian piano a creare. Ad esprimere i suoi sentimenti attraverso un linguaggio che gli veniva più naturale, non quelle delle lettere e delle parole, ma quello della pittura e della fotografia.

Mette su tela quello che ha nella testa e attraverso l’arte trova una strumento diverso con cui esprimere se stesso e raccontare di come vede lui il mondo, di come è il suo mondo personale,

La dislessia, le difficoltà di apprendimento parole e numeri che si confondono, prendono vita sulla tela e si fondono con immagini e colori che portano in un mondo nuovo, diverso e affascinante, in cui leggono anche le sue emozioni e le sue difficoltà

Da qui parte le sua storia, ancora tutta da scrivere che inizia ufficialmente alla fine dello scorso anno, quando ha messo in mostra i suoi dipinti presso l’Università di Bologna in occasione della festa dell’ AID ( Associazione Italiana Dislessici) esposizione per cui Samuele ha scelto un titolo veramente suggestivo:

“Contengo Moltitudini”

Perchè come racconta Samuele, ognuno di noi contiene moltitudini, contiene qualcosa di importante dentro di sè che va tirato fuori.

pittore dislessia

 

Da Bologna ad inizio anno ha esposto i propri quadri a Parma sempre grazie alla collaborazione con AID e sicuramente non ha intenzione di fermarsi.

i suoi dipinti mostrano la neurodiversità delle mente delle persone con disturbi dell’apprendimento

Chi sa leggere e scrivere senza problemi non comprende la visione dei dislessici: le lettere stampate su un foglio sembrano disordinate e confuse ai loro occhi e, spesso, insegnanti e genitori scambiano le loro difficoltà per svogliatezza, mancanza di impegno e volontà.

Samuele Gamba intanto continua a dipingere il suo mondo a portare avanti la sua passione che gli ha permesso di riscattarsi, trovare un modo di esprimere se stesso e guardare il futuro con ottimismo.

Complimenti al giovane artista Samuele che è riuscito a fare delle sue difficoltà la sua forza!

 

Immagini: Tutti i dipinti sono di Samuele Gamba – Fonti e Video :ilpiccolo /Gedi Visual

ti è piciaciuta questa Bella Notizia? Forse allora potrebbero interessarti anche le altre nostre Buone Notizie! come Sammy simbolo della lotta alla progeria si è laureato con 110 e lode e tesi sulla sua malattia

oppure Cibo : l’Artista di strada che copre le scritte d’odio con frutta verdura e colori

, , , ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + 14 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.