Pubblicato il: 15 Gen 2018

pastore di città

Se vi capiterà di fare un giro per Bagnolet, periferia Est di Parigi, non è da escludere che possiate imbattervi in un ragazzo con i capelli lunghi,

che circondato da un gruppo di caprette, aspetta tranquillo che scatti il semaforo verde per attraversare la strada.

Lui si chiama Gilles Amar, ha 32 anni e sta realizzando un piccolo sogno: essere un pastore di città.

pastore di città il giovane pastore di città ha creato un associazione “Sors de Terre” per poter dare vita a quello che lui stesso definisce un  “ovile padagogico” ,

per offrire un luogo di incontro e di relax per gli abitanti di questa zona periferica estremamente urbanizzata;

e soprattutto per riportare i bambini in contatto con la terra e con gli animali, insegnargli a mungere le capre,  e vivere a contatto con la natura;

inoltre lui stesso si occupa di un progetto di Pet Therapy con persone con disabilità collaborando con le strutture sanitarie locali.

 “Allevare capre in città è un progetto utopico e trasgressivo. Ma sono certo che faccia del bene alla comunità, altrimenti non verrebbero a trovarmi in così tanti”

pastore di cittàAll’inizio c’era solo un pezzo di terra dove i bambini del quartiere poteva andare a conoscere le piante, poi 9 anni fa Amar comprò due caprette che con il passare del tempo sono diventate 24

scorre così, la vita di questo pastore cittadino; c’è chi ogni mattina va a  comprare il latte, ci sono i pensionati che trascorrono li i pomeriggi, e ci sono soprattutto i bambini che si divertono a giocare con il gregge.

oltre che a portare un pò di natura e campagna tra i palazzoni di cemento di Bagnolet; le capre aiutano anche a tenere pulito il paesaggio, brucando le erbacce che altrimenti crescerebbero incolte tra le strade.

pastore di città

Anche in città ormai si è diffusa la voce dei servizi erogati dalle affamate caprette, e infatti non è insolito che Gilles Amar venga chiamato ad occuparsi della pulizia e manutenzione di spazi verdi

anche nelle zone di Parigi più ricche della città, così il pastore-urbano carica le caprette più affamate su un camioncino e si dirige verso il centro città.

Non mancano ovviamente le difficoltà, infatti l’associazione si dovrà trasferire in un’altra zona perché il terreno che occupa era estremamente richiesto da costruttore edili. 

Ma grazie all’appoggio e al sostegno degli abitanti del quartiere e anche da grazie ad una piccola sovvenzione del comune, “Sors de Terre” ha già trovato un altro spazio, dove poter muovere e allargare la propria attività, in cui potrà stare senza problemi per i prossimi 18 anni.

“Il mio sogno è che un giorno alcuni dei giovani che vengono qui e partecipano, i più appassionati al mio progetto, riescano a prenderlo in mano. E magari a vivere grazie ai proventi dell’associazione”.

Complimenti a Gilles, il pastore di città!

ti è piaciuta questa bella notizia? forse allora potrebbero interessarti le altre nostre buone notizie! tipo l’Unione Europea mette al bando 3 pesticidi per salvare le Api e la Biodiversità

oppure Genova: Salvate e Liberate in mare 5 tartarughe caretta con una grande festa per tutti

 

fonti immagini e video: sorsdeterre.blogspot.itPietro del Re per repubblica.it – Sideways

 

, , ,
STAI ANCORA UN PO' CON NOI ! LEGGI ANCHE :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 − 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.